Pjaca infortunato con la Croazia: la Juventus riceverà l'indennizzo FIFA

L'Inter si stringe allo juventino Pjaca dopo il grave infortunio rimediato con la Croazia: da Napoli arriva l'augurio dell'amico Rog.

La Juventus dovrà fare a meno di Marko Pjaca per il resto della stagione e per l'inizio della prossima: l'attaccante croato si è procurato la lesione del legamento crociato del ginocchio destro e dovrà stare fermo per un periodo di almeno 6 mesi.

Una bella tegola per Allegri e per la società bianconera che però, quantomeno, beneficierà del Fifa Protection Program: si tratta di un programma voluto da Blatter che risarcisce i club per infortuni di almeno 28 giorni maturati con le Nazionali.

Il compenso è calcolato in un risarcimento pari allo stipendio quotidiano del giocatore, fino a 20.548 euro giornalieri, moltiplicato per un massimo di 365 giorni. Il pagamento può terminare se il calciatore infortunato è in grado di riprendere a giocare, se il giocatore dovesse morire, se il suo contratto professionale giunge al termine, se il periodo di 365 giorni è esaurito o quando il risarcimento massimo per sinistro per giocatore di calcio e/o il capacità massima del programma è esaurito. Ogni squadra può ricevere un risarcimento massimo di 7.5 milioni di euro.

Considerando che lo stipendio annuale netto di Pjaca è pari ad 1.8 milioni, quello giornaliero è esattamente pari a 4931 euro: qualora, nella migliore delle ipotesi, Pjaca dovesse rimanere fermo per 6 mesi, la Juventus riceverebbe un indennizzo pari a circa 900mila euro.

Lo stesso accadrà anche all'Everton che sarà risarcito per la doppia frattura alla gamba capitata a Seamus Coleman durante Irlanda-Galles. Il Napoli invece ricevette un indennizzo pari a circa 500mila euro dopo l'infortunio di Milik dello scorso ottobre con la Polonia.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità