Pjanic-Rafinha, le Iene svelano il dialogo Var-Orsato: 'Il giallo c'è. Certo che c'è'

·2 minuto per la lettura

E' sempre Inter-Juve, è sempre Pjanic su Rafinha. Le Iene, in onda questa sera, proveranno a fare chiarezza su una serata decisiva per la vittoria dello scudetto bianconero, vinto al fotofinish sul Napoli di Maurizio Sarri. Nella notte di San Siro ci fu l'espulsione di Matias Vecino e il mancato secondo giallo al bosniaco. Se per il primo c'è la registrazione audio, con Valeri, al Var, che parla con Orsato, per il secondo caso c'è sì il video ma non l'audio.

COSA SI SONO DETTI - "Daniele sono Paolo, parla con me. Lo prende sulla tibia" le parole di Valeri a Orsato per il fallo di Vecino, ammonito. Dopo aver rivisto le immagino, il direttore di gara cambia idea: "E' rosso". Con l'uruguaiano che va sotto la doccia. Dell'episodio successivo, però, non è presente l'audio. Le Iene per capire meglio, si sono rivolte a due ragazzi sordomuti abili nella lettura del labiale. Valeri chiede di rivedere e immagini al Var, poi schiaccia un pulsante rosso per richiamare l'attenzione dell'arbitro e dalla lettura del labiale si capisce la conferma del Var "il contrasto c'è, l'ho controllato adesso". Alessandro Giallatini, aiuto Var, dice "il giallo c'è", ripetendolo per due volte, con Valeri che sottolinea "sì, certo".

QUERELE E INDAGINI - L'allora Procuratore Figc Giuseppe Pecoraro aveva aperto un'indagine per capire quanto accaduto, ma Rizzoli ha sempre negato l'esistenza di eventuale materiale. I tre arbitri coinvolti, Orsato, Valeri e Rizzoli, hanno sporto una querela nei confronti de Le Iene e dell'ex Procuratore Pecoraro, i quali avrebbero accusato i tre fischietti di "aver commesso una frode sportiva in favore della Juventus e di aver soppresso le prove di tale illecito", si legge in un documento. Si era sempre detto che mancavano le registrazioni di quanto accaduto quella sera, ma i file sono stati ritrovati.