Poche partite e molti infortuni, Sensi cerca la svolta: il piano dell'Inter per rilanciarlo

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

"Quando mi giro in panchina posso scegliere a occhi chiusi" ha detto Simone Inzaghi in una recente intervista riferendosi alle alternative dell'Inter. Dieci volte, dalla panchina, si è alzato Stefano Sensi in questa stagione. Tutti spezzoni di partite per l'ex centrocampista del Sassuolo, che è partito titolare soltanto quest'estate contro il Genoa nella prima giornata di campionato. A bloccare la prima parte di stagione del giocatore è stato anche un infortunio al legamento collaterale mediale, che gli ha fatto saltare tutta la prima parte. Un altro ko, l'ennesimo.

IL PIANO - La fragilità fisica di Sensi sta facendo riflettere l'Inter, che potrebbe valutare una sua cessione già nel mercato di gennaio. Tra le ipotesi c'è anche quella di un prestito per sei mesi, con l'obiettivo di rilanciarlo e mandarlo a giocare con continuità. La società sa di avere tra le mani un giocatore di talento e vuole trovare la chiave giusta per farlo tornare come ai tempi del Sassuolo, aveva convinto i nerazzurri a investire più di 20 milioni per portarlo a Milano. E tra gli obiettivi c'è anche quello di riconquistare la maglia della Nazionale, dopo essere finito un po' indietro nelle gerarchie di Mancini. In estate la Fiorentina ha provato più volte a cercare uno spiraglio ma l'Inter ha sempre respinto ogni interesse, segno che l'Inter crede ancora nel ragazzo e nelle sue qualità.

GERARCHIE - Ora però il classe '95 è finito in fondo alle scelte di Simone Inzaghi, superato anche da un altro gregario come Gagliardini, diventato sempre più un usato sicuro per gli allenatori nerazzurri. Stefano invece ha spesso a mezzo servizio, arrivato nell'estate 2019 dal Sassuolo non è mai riuscito a esprimersi al meglio per quei maledetti infortuni. L'Inter sta pensando a un piano per rilanciar e Sensi, all'orizzonte potrebbe esserci un prestito a gennaio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli