Pogba e la maledizione lanciata su Mbappé? Il pagamento c'è stato, ma solo per beneficenza

Si arricchisce di ulteriori dettagli la querelle che è scoppiata in Francia legata a Paul Pogba e i suoi rapporti, anche economici, con alcuni personaggi legati anche a suo fratello Mathias e al loro tentativo di estorsione nei suoi confronti. Fra le accuse mosse dal fratello al centrocampista della Juventus c'era anche quella di aver pagato un Marabutto, una figura mistica del mondo islamico, per lanciare una maledizione nei confronti del compagno di nazionale Kylian Mbappé.

SMENTITA DI POGBA IN INTERROGATORIO - Secondo quanto raccolto da FranceInfo oltre confine, Pogba in un'interrogatorio a cui ha presenziato ad agosto ha confermato di aver versato dei soldi a questo Marabutto, ma che l'obiettivo non era quello di mettere in atto una stregoneria contro Mbappé, bensì di devolvere in beneficenza il denaro in favore di un'associazione umanitaria. Il mediano bianconero avrebbe anche ribadito alle forze dell'ordine che è convinto che il fratello stia agendo sotto pressione di qualche malavitoso e, anche per questo, ha cambiato più volte numero di telefono per evitare di essere molestato in prima persona.