Prandelli: "Bravo Mancini, sta facendo ottimo lavoro"

Adx
·2 minuto per la lettura

Roma, 16 nov. (askanews) - "Mancini sta facendo un ottimo lavoro, e queste partite lo stanno dimostrando. Mancavano venti giocatori ma anche chi li ha sostituiti ha adottato la stessa filosofia di gioco. Bravo Mancini ma questo lavoro viene da lontano, con Maurizio Viscidi: sono ragazzi cresciuti anche nelle società ma che hanno una base di lavoro collettivo molto importante". Così l'ex allenatore della Nazionale italiana, Cesare Prandelli, intervenuto questa mattina a Radio Anch'io Lo sport su Radiouno. Rispetto alla sua Nazionale che arrivò in finale agli Europei del 2012 in Polonia-Ucraina, Prandelli dice che "di diverso c'è la base su cui scegliere, ci sono molti giovani interessanti grazie al lavoro fatto negli ultimi anni. C'è varietà e capacità di cambiare sistemi di gioco, il nostro calcio viene seguito con molto interesse all'estero: ci siamo levati di dosso l'etichetta di difensivisti. In questa pandemia. 90 minuti ti possono regalare delle gioie". Poi ha parlato del suo ritorno alla Fiorentina: "Quando ci siamo incontrati con i dirigenti abbiamo parlato per tre ore di calcio, poi si è trovato l'accordo in 30 secondi. Alla società ho detto : io non ho nessun tipo di richieste, se non quello di lavorare per essere un allenatore importante per la Fiorentina. E ho aggiunto: 'fra due o tre mesi sarete voi a chiedermi di rinnovare il contratto'. A Firenze ho trovato persone che stanno cercando di formare una famiglia". Per la prima volta si può parlare di "un allenatore tifoso". Per Prandelli è un ritorno a Firenze, sua città di adozione, dove ha allenato già anni fa: "molto spesso succederà che il mio modo di interpretare le partire sia lo stesso dei tifosi. Conosco questa piazza, so che chiede molto alla squadra ma dà anche tutto. Tornare dopo 5 anni straordinari può essere difficile, ma io sono talmente sereno e convinto di far bene, che non penso a quello. Questa squadra è ottima, ha delle potenzialità, ha un motore interessante, ora bisogna capire la strada da percorrere insieme per esaltare queste caratteristiche. Non ci possiamo porre adesso un limite, dobbiamo vederlo strada facendo". E finine una provocazione: "Restare con Sarri ? mi sembra fantacalcio"