Prandelli su Iachini: "Servono scelte difficili"

·1 minuto per la lettura

Il tecnico della Fiorentina Cesare Prandelli ai microfoni di Radio Bruno Toscana ha mandato un messaggio alla società viola: "Non sono mai andato via sentimentalmente dalla Fiorentina, ma non direi di no se mi chiamassero. Questo non vuol dire autocandidarmi". Su Iachini si esprime così: "Iachini riuscirà a tirar fuori il senso di appartenenza, ieri ho notato che alcuni giocatori non hanno capito cosa devono fare a Firenze, una città che stimola a livello sportivo. Ieri la squadra ha perso male. Il grande amore della città deve essere una risorsa ma senza farsi condizionare a livello psicologico, questo può essere un problema che possono risolvere solo le persone che stanno vicino alla squadra. Beppe adesso deve fare delle scelte basandosi sui giocatori che lo seguono, facendo delle scelte difficili. Ieri la scelta di Iachini era quella di non dare riferimenti, però la Roma ha capito dopo 10 minuti che doveva andare lungo su Dzeko". "Sono uno dei primi tifosi della Fiorentina, la città ora deve stare vicino all’allenatore, tutti devono capire che Firenze è qualcosa di straordinario. I giocatori devono piantarla di fare quelle mezze facce da offesi quando escono ma capire le scelte".