Prandelli svela il confronto con Ribery

·1 minuto per la lettura

Il tecnico della Fiorentina Cesare Prandelli in conferenza stampa ha confessato la sua emozione in vista del secondo esordio sulla panchina viola: "Spesso nei miei sogni mi sono rivisto con il mio fischietto viola in mano: ho sempre sperato che si potesse realizzare. Adesso sono qua e si ricomincia una nuova storia, spero di essere protagonista come qualche anno fa". L'allenatore viola ha spiegato di aver avuto un confronto con Ribery: "Ho avuto un confronto con lui, so che ha uno spirito vincente: non voglio che diventi solo un riferimento della nostra manovra ma vorrei preservarlo per cui coi tempi giusti voglio vederlo in altre zone del campo. Ho trovato da parte sua grande disponibilità". Le novità contro il Benevento: "Non voglio dare vantaggi a nessuno per cui prima devo dirla anche ai miei giocatori. I cambiamenti vanno fatti con gradualità, io in 10 giorni non posso stravolgere i sistemi di gioco: se ci saranno dei cambiamenti, saranno solo su situazioni di gioco. Gli schemi ormai sono una cosa passata: Lirola e Biraghi sono due giocatori molto bravi e possono giocare in più porzioni del campo, sono bravi anche in fase offensiva". Callejon: "Ho parlato con lui e lo ritengo un giocatore importante, serve però che abbia una condizione adeguata: lui sta già facendo il suo lavoro, tra 3-4 giorni vedremo quale sarà la migliore strategia per lui. Intanto bisogna che si concentri sul ritrovare la sua condizione fisica"