Pressing del Psg per Skriniar, l’Inter cerca l’affare in stile Hakimi: l’incastro con Bremer e non solo

Dopo aver salutato definitivamente Vidal - è ufficiale la risoluzione del contratto - l’Inter continua a lavorare sulla situazione legata al futuro di Milan Skriniar: lo slovacco è stato individuato come il ‘sacrificabile’ tra i giocatori con più mercato e la dirigenza nerazzurra sta trattando con il Psg. La richiesta di Marotta è chiara: 70 milioni, tondi tondi.

L’INTESA - Il Psg al momento non si è avvicinato a questa cifra ma intanto ha trovato l’accordo col giocatore: per Skriniar in Francia è pronto un contratto da cinque anni a 7 milioni di euro a stagione. Con il sì del giocatore già in mano, il Psg potrebbe convincere l’Inter presentando un’offerta che tra fisso e bonus superi i 60 milioni. Le parti potrebbero venirsi incontro per provare a chiudere un’operazione simile a quello che è stato l’affare Hakimi l’estate scorsa, Skriniar ha il contratto in scadenza nel 2023 e l’allenatore del Psg Galtier l’ha individuato come rinforzo ideale per la nuova difesa a tre.

IN ENTRATA - Se si sbloccherà la trattativa legata a Skriniar, l’Inter farà partire l’affondo per Bremer: con il difensore brasiliano c’è accordo totale già da tempo, manca l’intesa col Torino che nei giorni scorsi ha avuto incontri sia con i dirigenti nerazzurri che con l’entourage del giocatore. Oltre a Bremer però l’Inter prenderà un altro difensore per sostituire anche Ranocchia. Tra le idee c’è Milenkovic della Fiorentina e nei giorni scorsi è stato proposto Zagadou, francese classe ‘99 svincolato dopo la fine del contratto col Dortmund. Incastri di mercato e trattative in corso, Inter e Psg continuano a lavorare per Skriniar.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli