Prestiti Juve: quanto pesano e quanto costano i bianconeri non in rosa

Antonio Parrotto
·2 minuto per la lettura

La Juventus in estate ha lasciato andare diversi calciatori in prestito per alleggerire il monte ingaggi. La Vecchia Signora ha risparmiato delle cifre importanti per questa stagione ma potrebbe essere costretta a fare i conti con questi calciatori tra qualche mese.

Da Perin a Romero, da De Sciglio a Douglas Costa, sul bilancio della Juventus c’è anche un peso importante sui costi da parte dei giocatori che attualmente non fanno parte della rosa diretta da Andrea Pirlo.

Douglas Costa | Stuart Franklin/Getty Images
Douglas Costa | Stuart Franklin/Getty Images

La Juve, come riporta Calcio&Finanza che cita l'ultima relazione di bilancio, ha registrato ammortamenti per 82,7 milioni di euro: circa un quarto della cifra totale è riferita a costi per giocatori in prestito. La Juve ha più o meno 100 giocatori sotto contratto e circa 30 calciatori sono in prestito, con ammortamenti nei primi sei mesi pari a 19,5 milioni di euro. Il peso dei giocatori che attualmente non sono in squadra è pari al 23,6% del totale degli ammortamenti della Juve registrati nel primo semestre di bilancio.

Tra i giocatori in questione Douglas Costa (5,5 milioni in ammortamenti), ma anche De Sciglio (1,2), Pellegrini (1,7), Perin (2), Pjaca (1,8) e Romero (2,6). In totale, 15 milioni che hanno pesato sui costi del club nel primo semestre. Queste cifre sono controbilanciate poi dagli incassi per i prestiti. Ad esempio l'Atalanta ne ha versati 2,2 per Romero (355mila euro per il prestito e 1,9 milioni come bonus), mentre il Rennes ha versato 1 milione per Rugani, il Genoa 521mila euro per Perin e il Bayern 250mila euro per Douglas Costa, con incassi complessivi quindi per circa 4 milioni.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.