Prestiti Milan: da Adli e Caldara a Colombo e Duarte, tutte le situazioni

La formula del prestito viene sempre più utilizzata nel calciomercato moderno. Tanto che quest'anno la Fifa è intervenuta cambiando il regolamento, in vigore dal prossimo 1° luglio. Introducendo dei limiti di tempo (durata massima di un anno) e di numero: in qualsiasi momento della stagione un club può avere al massimo 3 calciatori professionisti in prestito da un altro club e viceversa; inoltre in qualsiasi momento della prossima stagione 2022/2023 ogni club può avere al massimo 8 calciatori professionisti tesserati in prestito e altrettanti dati in prestito; il limite massimo scenderà prima a 7 nel 2023/2024 e poi a 6 nel 2024/2025. Dal conteggio sono esclusi i prodotti del settore giovanile i calciatori di età pari o inferiore a 21 anni.

POBEGA E ADLI - Diversi i casi da affrontare per il Milan, ma qualcuno ha già trovato una prima risoluzione. Tommaso Pobega rientra in questo elenco, perché i piani dei rossoneri su di lui sono già definiti: dopo l'ottima stagione al Torino, il centrocampista rientrerà alla base e sarà regolarmente integrato nella rosa a disposizione di Pioli, con tanto di rinnovo nonostante la scadenza del contratto sia attualmente fissata al 2025 (si estenderà di uno o due anni). Torna, o meglio arriva a Milanello anche Yacine Adli, acquistato la scorsa estate dai rossoneri ma lasciato al Bordeaux in prestito per continuare il percorso di maturazione: Pioli potrà valutare dal vivo i suoi progressi e la sua evoluzione tattica per capire dove e come integrare il franco-algerino all'interno del progetto.

DIFENSORI IN CERCA DI FUTURO - Decisamente diversa la situazione di due giocatori più esperti come Mattia Caldara e Léo Duarte. Il centrale italiano classe '94 torna dopo una stagione al Venezia che gli ha permesso di ritrovare continuità dopo anni tormentati dagli infortuni, ma non rientra nei piani del Milan e il contratto in scadenza nel 2023 spinge a trovare soluzioni a titolo definitivo: sulle sue tracce c'è il Monza, una piazza ambiziosa che potrebbe offrire gli stimoli giusti. Quello di Duarte è invece un ritorno a sorpresa, perché fino a poche settimane fa il riscatto da parte del Basaksehir sembrava poter essere una formalità: dietrofront dei turchi e ritorno ai rossoneri con cui il brasiliano è sotto contratto fino al 2024, si cercano soluzioni.

COLOMBO, PLIZZARI E GLI ALTRI - Luci e ombre alla Spal per Lorenzo Colombo, sempre impiegato ma senza gol nel 2022 (l'ultimo dei sei realizzati in questa Serie B risale al 30 novembre contro il Lecce), per lui si profila un nuovo prestito: ancora in Serie B, con il Cagliari che ha già mostrato un interesse concreto. Finisce l'esperienza da secondo a Lecce per Alessandro Plizzari (i giallorossi hanno ingaggiato Brancolini dalla Fiorentina), che torna a Milano con un solo anno di contratto residuo: potrebbe rinnovare e restare, sarebbe importante per le liste e prenderebbe il posto di Mirante in scadenza. Verso un nuovo prestito anche Marco Brescianini (di ritorno dal Monza, scadenza 2024), da valutare le situazioni dei tanti giocatori in scadenza nel 2023: Frank Tsadjout (Ascoli), Gabriele Bellodi (Alessandria), Leroy Abanda (Rennes), Gabriele Capanni (Ternana) e Riccardo Tonin (Cesena), senza dimenticare Antonio Mionic (Aquila Montevarchi), Marco Frigerio (Lucchese), Luan Capanni (Grosseto), Alessandro Sala (Pro Sesto) e Sabino Signorile (Seregno).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli