Preziosi ribadisce: "Sono determinato a cedere il Genoa"

Il presidente del Genoa, Enrico Preziosi, è una furia contro i tifosi: "Non capisco il lancio di fumogeni sull'1-0, spero di giocare a porte chiuse".

Sembrava che il sereno fosse tornato con la vittoria in extremis di Empoli, ma il ko nel derby ha rispedito il Genoa dritto nella crisi, nonostante il recente cambio di panchina. E mentre la squadra 'scappa' dalla contestazione andando ad allenarsi nel milanese, il presidente Enrico Preziosi scrive un lungo comunicato nel quale chiarisce vari punti.

Il patron si dice "orgoglioso di quello che abbiamo costruito in questi anni con il Genoa, orgoglioso di essere ripartito dopo momenti difficili, di aver garantito alla squadra più antica del calcio italiano la posizione che merita, un traguardo difficile da raggiungere nel calcio moderno".

Una risposta a tutti coloro che lo stanno criticando. "Non potrò mai accettare che la mia famiglia venga attaccata in maniera incivile - prosegue il comunicato - Per questo ho deciso che la squadra (contrariamente alla volontà del tecnico e dei giocatori) lasciasse Pegli per preparare con serenità la prossima delicatissima sfida. Queste sono le mie scelte, perché io credo fortemente che nessuno abbia il diritto di cambiare la vita delle persone con l’intimidazione".

Si arriva alla prospettiva, paventata negli ultimi giorni, di cedere il club. "Ribadisco che sono determinato a vendere il Genoa, sono pronto a incaricare un advisor non appena anche quest’anno la salvezza sarà raggiunta matematicamente. Sono pronto a cedere il Genoa, non a disfarmene. Ed è dunque non solo inutile, ma anche dannosa, qualsiasi ulteriore forma di contestazione".

Un comunicato duro, che tocca altri punti e nel quale si ricorda la militanza nel Genoa di campioni come Milito, Thiago Motta e Palacio, "fatti crescere, portati in Italia, lanciati o ricostruiti". Già, ma sono campioni che appartengono al passato. Mentre il presente racconta di una squadra nell'abisso, nonostante una salvezza raggiunta da tempo.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità