Problemi di sponsor per Pedercini, Savadori fuori dal mondiale?

motorsport.com

Lorenzo Savadori è pronto al rientro nel mondiale Superbike e lo fa con Lucio Pedercini, che a partire dal 2020 schiera in griglia di partenza due moto. L’italiano infatti sarà compagno di squadra di Jordi Torres, ma lo scenario che attualmente si presenta sarebbe ben diverso da quello che appariva fino a pochi giorni fa. Il ritorno del vice campione italiano nel mondiale non è più così sicuro a causa di gravi problemi di sponsor che non permetterebbero al team Pedercini di portarlo in pista.

La Global Service Solution infatti, main sponsor della squadra che finanzia il progetto nelle derivate di serie, deve far fronte a problemi di giustizia e la Procura di Roma ha svolto indagini che hanno portato all’arresto di Pietro Mazzoni, con il coinvolgimento di Roberto Colombo, Presidente dell’azienda che fa da sponsor alla squadra. L’operazione svolta dalla Guardia di Finanza ha portato il Giudice a disporre il sequestro preventivo per equivalente di beni mobili ed immobili pari ad oltre 14 milioni di euro, cifra a cui ammontano le imposte non versate dalla società negli ultimi anni, prima che questa dichiarasse fallimento nel 2016.

Leggi anche:

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Ufficiale, Savadori torna in SBK con Pedercini

Una situazione tutt’altro che serena sia per l’azienda sia per la squadra, che si vede coinvolta suo malgrado in un intoppo che potrebbe portare a tagli all’interno del team, tra i quali proprio uno dei due piloti. Brutta tegola per Pedercini, che nel 2020 ha grandi progetti ed oltre all’impegno nel Mondiale Superbike con doppia moto, si inserisce anche nella Coppa del Mondo MotoE, sempre con Jordi Torres.

Da Global Service Solution però arriva un barlume di speranza, come riporta GpOne: “La vicenda che ha coinvolto Roberto Colombo è chiusa e non inficia la Global Service Solution né i programmi per la prossima stagione. In merito al 2020 voglio sottolineare che siamo in una fase di stallo ed i programmi non sono ancora definiti. Purtroppo le operazioni sono state rallentate da una difficoltà nata dalle parti, ma stiamo lavorando per garantire il massimo impegno nel Mondiale Superbike e nei prossimi giorni comunicheremo i nostri progetti”.

Potrebbe interessarti anche...