Prove di Champions per Marchisio: titolare col Genoa pensando al Monaco

Claudio Marchisio ha saltato l'ultimo allenamento per un affaticamento muscolare, non sarà disponibile per il big match tra Roma e Juventus.

Prima il Genoa, poi il Monaco. Claudio Marchisio diventa decisivo, fondamentale. La tanta panchina causatagli dal passaggio al 4-2-3-1 non gli impedirà di essere protagonista in due impegni chiave della Juventus: quelli contro Grifone e francesi.

Si parte dal campionato, dove il numero 8 di Allegri dovrà rilevare lo squalificato Pjanic: Marchisio più Khedira diga davanti alla difesa, mentre tra 10 giorni a Montecarlo dovrà fare le veci del tedesco appiedato un turno in Champions dopo il giallo rimediato a Barcellona.

Finito ai margini del progetto Allegri, per una delle bandiere di questa Juve tornata ai vertici anche in Europa due chances da non fallire e con cui dimostrare di poter sovvertire gerarchie nella testa del tecnico ormai inamovibili.

Marchisio, da pilastro, si è ritrovato ad essere la terza scelta nel centrocampo a due impostato da Max una volta cambiato modulo: in questo schema Khedira-Pjanic si è rivelato un tandem coi fiocchi, togliendo spazio a chi in bianconero ci gioca da una vita.

La legge del turnover gli ha consentito di ottenere tre maglie da titolare consecutive in A contro Napoli, Chievo e Pescara, adesso arriverà la quarta nel posticipo col Genoa; in Champions, zero minuti nella doppia sfida col Barça. Nel Principato, invece, sarà la notte del 'Principino'.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità