Psg, braccio di ferro con Mbappé: posa con la maglia nuova, ma continua a dire no al rinnovo

·1 minuto per la lettura

Un futuro in bilico. ​Kylian Mbappé è pronto a iniziare la nuova stagione con il Paris Saint-Germain, ma le prossime settimane potrebbero essere le ultime nella capitale francese. Dopo una stagione lunga e faticosa, con 61 partite ufficiali disputate (47 con il club e 14 con la Francia) e l'eliminazione agli ottavi dell'Europeo contro la Svizzera, il ragazzo classe 1998 si è preso un periodo di assoluto riposo, fisico e mentale, per preparare al meglio il nuovo anno. Che ufficialmente dovrebbe iniziare lunedì, ma che potrebbe vedere la luce nel weekend, con i test fisici di rito.

Smaltite le tossine, Mbappé ha voglia di riniziare, di ripartire. Lo farà con il Psg, in attesa di capire quello che sarà il suo futuro. Tra il sogno Real Madrid, che ancora non ha presentato un'offerta ufficiale, e proposta di rinnovo di Al Khelaifi, che non si è rassegnato all'idea di perderlo. Per il ricco uomo d'affari qatariota l'ex Monaco rappresenta il presente e il futuro del club, non a caso l'ha scelto come testimonial per la nuova maglia da trasferta. Ma il contratto in scadenza nel 2022 è una spada di Damocle. Senza prolungamento, opzione che Mbappé continua a non prendere in considerazione, la cessione in questa finestra di mercato sembra essere l'unica via percorribile per evitare di perderlo gratis tra un anno. Scenario che anche il ricco Psg non può permettersi. Dentro o fuori, le prossime settimane saranno decisive.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli