PSG, Leonardo: 'Mbappé vuole andare, ma alle nostre condizioni. Rifiutata la prima offerta del Real, sono scorretti e fanno cose illegali'

·3 minuto per la lettura

Intervistato da RMC Sport in Francia, il direttore generale del Paris Saint Germain, Leonardo, ha confermato la possibilità di una cessione per Kylian Mbappé in seguito all'offerta presentata ieri dal Real Madrid.

LA POSIZIONE DEL PSG - "Non abbiamo fatto molte comunicazioni pubbliche riguardo al futuro di Mbappé, ma la nostra posizione è sempre stata quella di tenere Kylian e di estendere il suo contratto. Questo è sempre stato il nostro obiettivo e lo è ancora".

OFFERTE DI RINNNOVO - "Abbiamo fatto due offerte importanti a Kylian: una che lo poneva al vertice della rosa due mesi fa e una al di sopra di quei giocatori molto di recente. Vogliamo dimostrargli che è un giocatore importante, al centro del progetto, ma non al di sopra del progetto".

IL REAL - "Rispetto alla posizione del Real, a me sembra una strategia per avere poi un no da parte nostra, per dimostrare di aver provato a fare di tutto e aspettare un anno per averlo libero. Il Real Madrid si comporta così da due anni, non è corretto, illegale anche perché ha contattato il giocatore. Per noi è inaccettabile, perché non è corretto. Questa è la prova stessa della strategia: arriva un'offerta a un anno dalla scadenza del contratto ea 7 giorni dalla fine del mercato. Vogliono il rifiuto per mostrare che hanno provato di tutto e iniziare a negoziare per il prossimo anno"

OFFERTA RIFIUTATA, MA SE VUOLE ANDARE... - "Sì, ma non tratteniamo nessuno. Se qualcuno vuole andarsene e le nostre condizioni sono soddisfatte, vedremo. Ma abbiamo creato un sogno con i nostri giocatori quest'estate e non permetteremo a nessuno di distruggerlo. L'offerta è considerata ben lontana da ciò che Kylian rappresenta oggi. Anche noi dobbiamo girare parte di questi soldi al Monaco e riteniamo che la proposta non sia sufficiente".

160 MILIONI - "Non posso confermare i numeri, ma sono lì vicini. È meno di quanto l'abbiamo pagato. Ma è soprattutto il modo di fare il Real Madrid che non ci piace".

VUOLE ANDARSENE - "Kylian Mbappé vuole andarsene, mi sembra chiaro. Se il Real Madrid fa un'offerta, mi sembra chiaro... Io do una posizione, che credo sia chiara a tutti. Non possiamo, l'ultima settimana di mercato cambiare i nostri piani. Se vuole andarsene, non lo tratterremo, ma alle nostre condizioni".

PROMESSA PER L'ADDIO - "Con Kylian abbiamo parlato molto, ci ha sempre detto le stesse cose. Kylian ha sempre promesso che non lascerà il club a parametro zero. Questo è sempre quello che ci ha detto. Non abbiamo mai aperto la porta a una partenza. Mai. La gente dice che io voglio vendere e Nasser non vuole, ma io o Nasser pensiamo la stessa cosa. Siamo sulla stessa lunghezza d'onda. Difendiamo il club".

NON PARLEREMO CON IL REAL - "Non abbiamo intenzione di parlare di nuovo con il Real Madrid. La scadenza è il 31 agosto a mezzanotte. Così è il mercato e noi siamo stati chiari: lo teniamo e allunghiamo il contratto. Ma non lo lasceremo andare per meno di quello che abbiamo pagato quando dobbiamo ancora dei soldi al Monaco".

PIANO B - "Al momento non sto preparando nulla sul mercato. Ha un anno di contratto, vogliamo prolungarlo. Non abbiamo mai pensato a un piano B. Abbiamo creato un'atmosfera molto positiva. Non permetteremo a nessuno di cambiarla".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli