Pugno duro dell'UEFA: Lione e Besiktas fuori dalle coppe in caso di disordini

Besiktas e Lione sono state escluse per la prossima competizione europea alla quale si qualificheranno, ma con due anni di condizionale.

Pugno di ferro da parte della UEFA nei confronti di Besiktas e Lione dopo i violenti scontri che hanno caratterizzato la partita di andata dei quarti di Europa League: entrambi i club saranno esclusi dalla prossima competizione europea alla quale si qualificheranno in caso di ulteriori disordini.

Nel prepartita della sfida di Lione alcuni tifosi turchi avevano lanciato petardi sui rivali francesi: il tutto era degenerato con l'invasione di campo da parte del pubblico, che aveva provocato un forte ritardo di 45' minuti al fischio d'inizio.

Altri momenti di tensione si erano poi vissuti quando al 15', al goal del Besiktas, i tifosi turchi hanno festeggiato lanciando in campo dei fumogeni. La gara si è poi conclusa con la vittoria finale dei padroni di casa in rimonta per 2-1.

Il bilancio di 7 feriti e 12 arresti tra tifosi turchi e francesi ha testimoniato l'ennesima follia a fare da sfondo alla notte di calcio europeo.

La sanzione della UEFA crea però un importante precedente: i club rispondono direttamente delle azioni dei propri tifosi. Besiktas e Lione rischiano grosso in vista della partita di ritorno in programma giovedì in Turchia: se dovessero presentarsi nuovi disordini sugli spalti, le due squadre dovranno dire addio all'Europa nella prossima stagione.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità