Qatar 2022, Herve Renard: "Giornata che per noi rimarrà nella storia"

Getty Images

Herve Renard ha riconosciuto che l'Arabia Saudita ha beneficiato di una "giornata no" dell'Argentina nella sua incredibile vittoria all'esordio a Qatar 2022.

L'Arabia Saudita ha rimontato e sconfitto clamorosamente i campioni sudamericani per 2-1 nell'esordio del Gruppo C al Lusail Stadium. L'Argentina è passata in vantaggio grazie al rigore di Lionel Messi al 10° minuto e si è anche vista annullare ben tre gol tutti nel primo tempo:

"Se avessimo subito un secondo gol, penso che la partita sarebbe finita", ha dichiarato l'allenatore dell'Arabia Saudita Renard, aggiungendo di non essere "soddisfatto" della prestazione della sua squadra nel primo tempo. "La determinazione non è stata buona", ha detto. "In una Coppa del Mondo bisogna dare tutto, perché non possiamo giocare come abbiamo fatto nel primo tempo".

Dopo l'intervallo, tuttavia, l'Arabia Saudita ha segnato con Saleh Al Shehri e Salem Al Dawsari ribaltando la partita e assicurandosi un vantaggio che ha difeso coraggiosamente fino al fischio finale.

Renard ha ringraziato il principe ereditario Mohammed bin Salman per non aver "messo troppa pressione" sulla sua squadra, spiegando che questo ha aiutato l'Arabia Saudita a prepararsi "molto bene".

"E oggi", ha aggiunto. "Tutte le stelle del cielo erano sulla stessa linea per noi. Ma non dimentichiamo che l'Argentina è ancora una squadra fantastica. Sono venuti qui senza perdere in 36 partite. Sono campioni sudamericani, hanno giocatori straordinari, ma questo è il calcio, a volte può succedere - cose da pazzi".

Renard ha capito come mai l'Argentina abbia avuto una prestazione sottotono in una partita che la vedeva grandemente favorita.

"Vi immaginate Lionel Messi che gioca contro l'Arabia Saudita? Lui dirà che devono iniziare bene, ma la motivazione non è come quando gioca contro il Brasile", ha detto Renard. "Questo è il calcio. Abbiamo fatto la storia dell'Arabia Saudita. Questo rimarrà per sempre. Questo è importante. Ma dobbiamo pensare ad andare avanti. Abbiamo ancora due partite molto difficili per noi".

Renard ha aggiunto: "Tutto può succedere. Si può vincere la prima partita e non qualificarsi. Si può perdere la prima partita e diventare campione del mondo per l'Argentina. È possibile. Godiamoci questa competizione e prepariamoci per la seconda partita".