Qatar, otto gli stadi che ospiteranno le gare dei Mondiali: andiamo a conoscerli

Sono otto gli stadi che ospiteranno le gare del campionato del mondo di calcio. Lo sforzo economico da parte del Qatar è stato notevole, perché gli impianti erano davvero pochi e non adeguati per un palcoscenico così importante. Tantissime le polemiche che hanno fatto da corollario alla costruzione degli impianti, anche se la Fifa ha voluto precisare che le persone a perdere la vita nel corso dei lavori sono state solamente tre.

Gli impianti sono il Khalifa International Stadium, l’Al-Janoub Stadium, l’Education City Stadium, l’Ahmad Bin Ali Stadium, l’Al-Thumama Stadium, lo Stadium 974, l’Al-Bayt Stadium e il Lusail Stadium.

Khalifa International Stadium

Inaugurato nel 1976, è stato oggetto di una prima ristrutturazione nel 2005 e dopo una successiva riqualificazione resasi necessaria per potere ospitare alcuni incontri del Mondiale è stato riaperto nel maggio del 2017. Il lato a Est è caratterizzato da un grande arco, utilizzato come piattaforma per lanciare fuochi d'artificio nel corso della cerimonia di apertura dei Giochi asiatici del 2006. Può ospitare poco più di 45.000 spettatori e sarà teatro della finale per il terzo e il quarto posto.

Al-Janoub Stadium

Progettato dall'architetto iracheno-britannico Zaha Hadid insieme allo studio AECOM, era precedentemente noto come Al-Wakrah Stadium dal nome della città che lo ospita e che dista poco meno di una ventina di chilometri da Doha. Dotato di tetto retrattile, può contenere 40.000 spettatori ed è stato inaugurato il 16 maggio 2019.

Education City Stadium

Il design ultramoderno con cui è stato concepito lo stadio si fonde perfettamente con l'architettura islamica più tradizionale. All'esterno, i triangoli creano complessi motivi geometrici a forma di diamante che brillano mentre il sole si muove nel cielo. Di notte, uno spettacolo di luci digitali illumina la facciata, regalando ai presenti una straordinaria visione. La sua capienza è di oltre 45.000 spettatori.

Ahmad Bin Ali Stadium

L’impianto avrà una capienza di 40.000 spettatori per il Mondiale e, oltre alle partite della fase a gironi, ospiterà anche un ottavo di finale. Peculiarità della struttura è la facciata luminosa che comprende elementi di design dedicati alla cultura islamica.

Al-Thumama Stadium

La forma circolare e fantasiosa dell'Al-Thumama Stadium, che ricorda il gahfiya, il tradizionale berretto intrecciato arabo, celebra la cultura e le tradizioni locali tanto quanto una nuova era per il design degli stadi. E’ stato inaugurato nell’ottobre del 2021, sarà teatro di sei incontri, compresa una semifinale, e può ospitare fino a 40.000 spettatori.

Stadium 974

Collocato nel distretto industriale di Ras Abu Aboud è costituito da 974 container riciclati (ecco il perché del suo nome) e ha una caratteristica unica: è il primo stadio temporaneo nella storia dei Mondiali, perché al termine della manifestazione iridata verrà smantellato.

Al-Bayt Stadium

L’Al-Bayt Stadium ospiterà la gara inaugurale del Mondiale tra i padroni di casa del Qatar e l’Ecuador e ben otto altri incontri del torneo, fra i quali una semifinale. L’impianto è stato progettato per celebrare il Qatar del passato e del presente, con uno sguardo a quello che sarà il futuro della comunità locale.

Lusail Stadium

E’ lo stadio che ospiterà la finale, il 18 dicembre. Si trova a Lusail, a una quindicina di chilometri da Doha, ed è stato progettato da una società britannica. Può arrivare a contenere 80.000 persone. La struttura interna ricorda l’antica arte araba della decorazione delle ciotole. Il tetto, sorretto da un anello di colonne ad arco, sembra galleggiare, e la sua sezione centrale può essere retratta per consentire al campo di essere aperto o completamente coperto. Al termine del Mondiale, la struttura verrà trasformata in uno stadio da 40.000 posti. I seggiolini in eccesso saranno rimossi e altre parti della struttura saranno riutilizzate come spazi comuni dotati di negozi.