Quali saranno le mosse di Allegri? Da chi ripartirà e quali giocatori chiederà sul mercato?

·3 minuto per la lettura

La notizia era nell'aria da tempo, ora c'è anche l'ufficialità: Allegri è il nuovo allenatore della Juventus. Si tratta di un ritorno per il tecnico livornese che ha già guidato la Juve per ben 5 anni dal 2014 al 2019, conquistando cinque Scudetti, quattro Coppe Italia e due Supercoppe Italiane. Il mister lasciò la panchina bianconera nel 2019 su decisione dell'allora DS Fabio Paratici, che ha da poco concluso la sua avventura con i bianconeri, a causa di divergenze tecniche e sul mercato. Riprende dunque da dove aveva lasciato dopo due anni di inattività e troverà sostanzialmente gli stessi uomini, salvo gli innesti arrivati in questi due anni.

Da chi deve ripartirà Max Allegri?

Innanzitutto il mister ripartirà probabilmente dal 4-3-3, modulo con cui ha fatto le fortune della Juventus negli anni precedenti, la base sarà una difesa rocciosa che per anni ha fatto la differenza permettendo alla Juve di vincere tanto in Italia e di sfiorare per ben due volte la vittoria della Champions League, con due finali giocate nel 2015 e nel 2017, entrambe perse rispettivamente contro Barcellona e Real Madrid. Gli uomini chiave saranno dunque i difensori De Ligt e il terzino tuttofare Juan Cuadrado, Rodrigo Bentancur che al mister piace molto dovrebbe essere rilanciato, ci si aspetta anche maggiore considerazione in Arthur, poco utilizzato da Pirlo, ma molto funzionale per il 4-3-3 di Allegri. Davanti le certezze sono Chiesa e Kulusevski, difficile che la Juve e il mister si privino di due giocatori così forti e di prospettiva. Anche Paulo Dybala che sembrava con la valigia in mano ma con Allegri ha molte più chance di restare: è uno dei suoi uomini preferiti da sempre.

L'esultanza dei giocatori della Juve | Jonathan Moscrop/Getty Images
L'esultanza dei giocatori della Juve | Jonathan Moscrop/Getty Images

I movimenti di mercato

Stabilite le certezze, al mister tocca fare scelte di mercato. Prima di tutto potrebbe esserci una rivoluzione in difesa: Bonucci e Chiellini non sono sicuri di restare, in questo senso servirà poi un investimento su un centrale di difesa, ma questo discorso ora come ora si può rimandare. Potrebbe arrivare anche un terzino sinistro, Alex Sandro non sembra più essere in grado di dare le giuste garanzie. A centrocampo il mister aspetta un colpo di spessore: i sogni si chiamano Toni Kroos e Paul Pogba, anche quello di Locatelli del Sassuolo è un nome caldo. Nella folta batteria di centrocampisti poi ci si aspettano almeno 1-2 cessioni, primo della lista dovrebbe essere Ramsey, seguito forse da Rabiot che ha uno stipendio abbastanza elevato. Ricordiamo che la Juve deve anche risanare il bilancio.

L'attacco è invece il vero rebus del mister. Se Chiesa, Kulusevski e Dybala sono certi (o quasi, nel caso dell'argentino) di restare, sono diversi i dubbi sul futuro di Cristiano Ronaldo, che sembra sempre più lontano da Torino. Il rapporto non idilliaco con Allegri e uno stipendio decisamente elevato potrebbero far concludere in anticipo l'esperienza del fuoriclasse portoghese a Torino. Se l'addio di Ronaldo dovesse concretizzarsi, il primo nome sulla lista dei bianconeri per l'attacco è il francese del Barcellona Antoine Griezmann (ma anche il suo stipendio è pesante). Incerto è anche il futuro di Alvaro Morata: la Juventus può prolungare il prestito investendo 10 milioni, riscattarlo o far scadere il prestito. A Torino c'è l'intenzione di trattenerlo, magari prolungando il prestito di un altro anno. C'è però l'ombra di Mauro Icardi che è in uscita dal PSG, Allegri lo voleva già nella sua prima esperienza bianconera e oggi ci sono tutti i presupposti per concludere l'affare. Sempre dalla Francia arrivano gli altri nomi per l'attacco bianconero: sfumata l'ipotesi Kean, che dovrebbe restare a Parigi (che dovrà acquistarlo dall'Everton), i bianconeri monitorano Milik e Depay, quest'ultimo sarà svincolato a breve e la Juve potrebbe chiudere un grande colpo a zero (ma il Barcellona è in netto vantaggio).

Insomma la Juventus prepara l'Allegri-bis e questa volta vorrà accontentare il tecnico nelle sue richieste, l'obiettivo è comune: tornare a vincere e farlo insieme, ma servirà ovviamente uno sforzo sul mercato.

Segui 90min su Instagram