Quando Cicinho svelò: "Ho incontrato Gesù dopo 18 caipirinha e 14 birre"

Goal.com

Ricordate Cicinho? L'ex terzino di Roma e Real Madrid ha smesso con il calcio, ma negli ultimi anni ha voluto parlare della sua vita di eccessi, fatta soprattutto di dipendenza da alcol.

Qualche settimana fa ha svelato i suoi eccessi, con cui ha chiuso all'età di 30 anni grazie alla moglie. Ma nella sua vita, come riportato da 'Marca', ci sono una serie di episodi davvero curiosi e 'al limite'.

"Una volta ho incontrato Gesù Cristo dopo 18 caipirinha e 14 birre".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Ma non solo problemi di alcol... Soprattutto ai tempi del Real Madrid, ambientarsi nello spogliatoio non è stato semplice.

"I leader del gruppo erano Guti, Salgado, Helguera, Casillas e Raúl... Quelli che obbedivano entravano nel gruppo. Una volta Salgado fece il giro nello spogliatoio per salutare tutti, ma arrivato al mio turno mi ha saltato, io allora feci finta di allacciarmi le scarpe...

"Un giorno Ronaldo stava giocando una brutta partita e c'erano già delle copertine dei giornali che dicevano che Raúl era migliore di Ronaldo. Ma per me Raúl sarebbe dovuto nascere tre volte per provare a giocare come Ronaldo".

Cicinho ha attraversato anche problemi economici nella sua vita, ma dopo l'approdo al Real Madrid, il problema divenne opposto.

"Una volta ho speso 25.000 euro al negozio di Beckham. Non la ricordo come un'esperienza piacevole, ho speso quella cifra per comprare tre vestiti che al massimo avrò messo tre volte. Fu una scelta sbagliata".

Potrebbe interessarti anche...