Quanto è mancato Mertens al Napoli e a Gattuso?

Emiliano Angelucci
·1 minuto per la lettura

Serata da incorniciare quella di Dries Mertens ieri all'Olimpico contro la Roma: doppietta che fa volare il Napoli vicino alla zona Champions e nuovo record raggiunto, grazie alle 100 marcature in Serie A. Solo Hamsik e Vojak, in passato, erano riusciti ad arrivare a questo score tanto importante. E Gennaro Gattuso, insieme a tutto l'ambiente napoletano, può sorridere, perché ha ritrovato il suo eroe, il buon vecchio Ciro.

Un giocatore che quest'anno è mancato veramente tanto alla squadra partenopea, che ha faticato molto in termini realizzativi. C'è anche da dire che il Napoli per tutta la stagione ha avuto diversi problemi con i suoi attaccanti di peso: Osimhen e, appunto, Mertens. Il nigeriano ha patito per un prolungato infortunio alla spalla ed è stato fermo per il Covid, mentre il belga ha sofferto i continui dolori alla caviglia, che gli hanno fatto perdere diverse partite in campionato.

Il periodo buio del Napoli è iniziato proprio a partire dall'infortunio di Mertens contro l'Inter a metà dicembre. Da quel momento gli azzurri hanno inanellato una serie pesante di sconfitte tra Spezia, Verona e Juventus in Supercoppa, solo per citarne alcune. Lo stesso Gattuso si è ritrovato a schierare spesso Petagna centravanti, che comunque non ha deluso le aspettative e ha cercato di reggere il peso di un reparto gravemente danneggiato dagli infortuni.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.