Quanto è pericoloso l’impatto tra un aereo e uno stormo

Yahoo Notizie
[Getty]
[Getty]

Si chiamano bird strike e consistono in violenti impatti tra un aereo e uno stormo di uccelli. Di solito capitano nel momento del decollo o di atterraggio - le fasi più delicate di un volo aereo - e come teatro hanno l’aeroporto o le aree ad esso prossime. Uno degli ultimi eventi di questo tipo si è verificato a Mosca il 15 agosto: l’aereo è stato costretto a un atterraggio di emergenza appena dopo il decollo.

VIDEO - Tragedia aerea sfiorata in Russia

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

L’Enac (l'Ente nazionale per l'aviazione civile) ha steso sul tema una relazione che aiuta a capire la portata del problema. “Gli uccelli - si legge - volano generalmente al di sotto dei 500 ft (152 metri) di quota quando non sono in migrazione attiva [...]. In Italia il numero di wildlife strike è passato 348 nel 2002 a 1.084 nel 2014, e dal 1980 ad oggi la popolazione nidificante di gabbiano reale è più che raddoppiata, superando le 60.000 coppie". L’aumento del fenomeno si deve quindi all’incremento della popolazione di alcune specie di uccelli, oltre che all’aumento del traffico aereo.

Logicamente, gli aerei sono progettati per sopportare collisioni di questo tipo; tuttavia, in presenza di uno scontro, l’elevata velocità e la portata delle masse che impattano l’una sull’altra può provocare danni ingenti (oltre che la morte dei volatili). L’aereo potrebbe non poter più volare poter più volare, o potrebbe farlo in condizioni di emergenza. E’ stato calcolato che l'impatto con un uccello di 5 kg a 240 km/h, che è la velocità in fase di atterraggio, equivale a 500 kg che cadono al suolo da 3 metri di altezza.

Come dicevamo, può accadere - specie se l’impatto è con uno stormo - che parte del motore in cui gli uccelli vengono risucchiati si pieghi o comunque si danneggi, causando una perdita di potenza e mettendo a rischio la sicurezza del volo. Ecco perché gli aerei vengono progettati anche per poter volare e atterrare con un solo motore.

Potrebbe interessarti anche...