Quanto guadagna Raiola? Dubbi sul patrimonio del super-agente

Marco Bellinazzo de "Il sole-24 ore" si sofferma sui contrasti, ritenuti da più parti troppo blandi, della FIFA nei confronti di TPO e superagenti.

Gigio Donnarumma via solo per i soldi. Gigio burattino dell'agente che pensa solo ad incassare. Mino Raiola rovina del calcio, sempre più lontano dal romanticismo. E così via. Si è scritto tanto e si sicriverà tanto riguardo Milan, Donnarumma e Raiola, nell'incredibile groviglio di insulti e speranze spezzate dopo il mancato rinnovo del giovane portiere.

Procuratore di Pogba, Ibrahimovic, Balotelli, Bonaventura e dello stesso Donnarumma, Raiola nel corso dell'ultimo decennio è diventato senza dubbio uno degli agenti calcistici più importanti al mondo, capace di spostare incredibili quantità di denaro, di generare record di acquisto. Caratteri caldi, giocatori contestati e una domanda che assilla tutti i tifosi: ma quanto guadagna il buon Mino?

Quando si parla di patrimoni e di guadagni, Forbes è sicuramente la fonte primaria di informazioni monetarie. Secondo la celeberrima rivista statunitense di economia e finanza fondata nel 1917, infatti, Raiola è sì tra i più ricchi agenti sportivi, ma non così ricco.

Viene dopo diversi gruppi di management (baseball, calcio, basket), relativamente allo scorso anno: nel 2016, secondo Forbes, Raiola avrebbe incassato 35.6 milioni in commissioni, a fronte di un giro di affari di 356 milioni di euro. Ovvero il 10%. Una stima che potrebbe essere comunque bassa, considerando che il 2016 è stato proprio l'anno del passaggio di Paul Pogba al Manchester United.

Raiola avrebbe incassato infatti più di 45 milioni dalla sola cessione di Pogba al Manchester United, di fatto il trasferimento più costoso della storia del calcio. Una cifra da sola superiore all'incasso generale del procuratore italo-olandese nel 2016, ma considerata nel suo intero.

Del resto Raiola ha incassato inizialmente 'solamente' 27 milioni dall'affare Pogba, passato dalla Juventus al Manchester United, mentre i successivi 20 saranno pagati in cinque rate fino al 2020. Di base ad Amsterdam, Raiola ha società sparse a Montecarlo, Inghilterra e Irlanda.

Nella scuderia di Raiola, come detto, si va da Paul Pogba a Zlatan Ibrahimovic, passando per Mario Balotelli, Kenny Tete, Jack Bonaventura, Gigio Donnarumma, Sergio Romero, Blaise Matuidi, Bartosz Salamon, Rodrigo Ely,  Henrikh Mkhitaryan e Hachim Mastour. Anche Pavel Nedved è stato tra i suoi assistiti, mentre Marek Hamsik si è separato dal potente agente da qualche anno.

Della questione relativa ai guadagni di Raiola si parlerà sempre, anche considerando l'indagine della FIFA a proposito dei conti poco chiari a proposito dell'affare Pogba. Il tornado attorno a Donnarumma non ha fatto altro che riportare in auge la discussione.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità