Quarantena nel Regno Unito mette in pericolo il Gp di Silverstone

Adx
Askanews

Roma, 19 mag. (askanews) - Non solo le coppe internazionali. La quarantena imposta dal governo del Regno Unito a tutti gli stranieri in arrivo in Gran Bretagna, mette a rischio anche il Gp di Silverstone che, secondo il calendario provvisorio del mondiale, dovrebbe ospitare due gare: il 26 luglio e il 2 agosto. Ma Stuart Pringle, direttore generale di Silverstone, ha chiarito che tutto è nelle mani del governo: "Tutto è interamente soggetto al via libera del governo- ha detto - potrebbe quindi esserci una ragione per la quale le gare potrebbero non disputarsi. A ogni modo, se la situazione evolverà in linea con il percorso che il governo ha presentato a inizio settimana, sembrerebbe possibile correre. Stiamo lavorando insieme a loro e con tutte le autorità competenti. La Formula 1 sta guardando all'introduzione di un regime di test esteso e molto rigoroso per consentire loro di portare il campionato in giro per il mondo. Sebbene 7 squadre facciano base nel Regno Unito, tre insieme a Pirelli non lo sono e ciò complica ulteriormente la situazione. Si tratta delle squadre straniere in arrivo nel Regno Unito ma anche delle squadre inglesi che faranno avanti e indietro dalle loro sedi". La F.1 spera di iniziare la sua stagione il 5 luglio con un GP in Austria a porte chiuse e un secondo la domenica seguente sullo stesso circuito di Spielberg, anche a porte chiuse e con un numero limitato di persone al paddock.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...