Quattro giocatori dell'Inter in Nazionale: non accadeva dal 2003

Una giornata storica per l'Inter, considerata la linea societaria degli ultimi quindici anni. Internazionale, di nome e di fatto, sotto Moratti, con giocatori di ogni nazionalità a comporre, prima dell'arrivo di Calciopoli, una rosa senza la minima gloria ottenuta. Ora la svolta, con Zhang e Thohir: dirigenza asiatica, squadra italiana.

Sì perchè rispetto a qualche stagione fa, ora l'Inter punta con decisione agli italiani. In estate Pioli, o chi per lui, potrebbe ritrovarsi in squadra giovani campioni come Bernardeschi e Berardi, che andrebbero ad unirsi agli azzurri Gagliardini, Candreva, D'Ambrosio, Eder. Tutti a disposizione di Ventura.

Sì perchè nelle nuove convocazioni dell'Italia per le partite contro Albania e Olanda, è proprio l'Inter, alla pari con la Juventus, a fare la voce grossa: quattro giocatori nerazzurri chiamati dalla Nazionale maggiore, una vera e  propria rivoluzione per la rappresentativa del Bel Paese.

Era da tempo immemore, del resto, che l'Italia non poteva contare su quattro giocatori dell'Inter: durante gli anni post Calciopoli i nerazzurri hanno avuto a più riprese tre o quattro giocatori italiani nell'intera rosa, mentre adesso, oltre agli attuali convocati di Ventura, sono presenti anche Santon, Andreolli e Berni.

Roberto Gagliardini 11082016

Nel 2003 l'ultima Inter italiana: l'allora commissario tecnico Trapattoni scelse, su 21 totali, ben cinque giocatori nerazzurri per l'amichevole di novembre in quel di Varsavia, Polonia. Allora si trattava di Toldo tra i pali, Cannavaro e Materazzi in difesa, Cristiano Zanetti e centrocampo e Bobo Vieri in attacco.

Quell'Inter arrivò quarta in campionato, uscendo nella fase a gironi di Champions League, ai quarti di Coppa UEFA e alle semifinali di Coppa Italia: Zaccheroni sostituì Cuper, mentre ai piani alti giostravano Facchetti e Moratti. Anche allora pochi italiani in rosa, ma ben selezionati.

Tornando al 2017, le quattro convocazioni venturiane appaiono come un vero successo per tutte le parti in causa: la dirigenza ha portato all'Inter un grande giocatore come Gagliardini, Pioli è riuscito a risvegliare D'Ambrosio e Candreva e utilizzare al meglio Eder. In attesa, probabilmente, di un colpo da 30-40 milioni a giugno. Azzurro e nerazzurro.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità