Radu torna in Nazionale? Sumudica duro: "Vuole il tappeto rosso?"

Goal.com

E’ certamente da anni uno dei migliori giocatori romeni in assoluto, ma il suo rapporto con la Nazionale del suo paese si è interrotto molto tempo fa, tanto che all’attivo conta appena quattordici presenze.

Stefan Radu è una bandiera della Lazio e nelle ultime stagioni si è concentrato solo ed esclusivamente sul club capitolino. Ha infatti lasciato la rappresentativa romena nel 2013 a causa di alcune divergenze avute con varie guide tecniche e da allora non ha mai più vestito la maglia del ‘Tricolorii’.

La Romania sarà presto impegnata negli spareggi che mettono in palio l’accesso a Euro 2020 e, vista l’importanza del doppio appuntamento che si terrà a fine marzo, sono in molti coloro che vorrebbero rivedere Radu in Nazionale.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Tra essi c’è anche il commissario tecnico Radoi, che ha aperto in maniera netta al suo ritorno.

“Sto parlando con lui, vediamo. E’ difficile, ma noi ci stiamo provando. Er’ alla fine della sua carriera è qualificarsi per un Europeo potrebbe essere per lui una cosa fantastica”.

La cosa sta però suscitando polemiche in Romania e c’è chi, come Marius Sumudica, si è detto assolutamente contrario al ritorno di Radu in Nazionale. Il tecnico del Gaziantep BB, intervistato da ProSport, ha usato parole molto eloquenti per commentare la vicenda.

“Se fossi io il commissario tecnico, non lo chiamerei. Ha già rifiutato la Nazionale, ora basta chiamarlo. Parliamo di un grande giocatore, ma con tutto il rispetto, come posso andarlo a pregare per tornare? Dovrei mettergli un tappeto rosso ed aspettarlo in aeroporto? Resta e gioca per la Lazio, se non ti piace farlo per la Nazionale. Ti rifiuti e dovrei pregarti? Sono cose che io non capisco”.

Potrebbe interessarti anche...