Rafael Leao e l'intrigo tra Everton, Milan e Borussia Dortmund. Incide la volontà del giocatore

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Rafael Leao accende il mercato in uscita del Milan. Il club rossonero avrebbe deciso di privarsi dell'attaccante classe '99, per puntare su un nuovo centravanti. Leao è stato utilizzato da esterno d'attacco e da prima punta ma senza mai lasciare il segno per davvero.

Il Milan è impegnato su più fronti in questa fase del mercato. I rossoneri hanno investito circa 75 milioni tra futuri riscatti e conferme e ora hanno bisogno di qualche cessione per poter poi finanziare i colpi in entrata.

Rafael Leao | Jurij Kodrun/Getty Images
Rafael Leao | Jurij Kodrun/Getty Images

Rafael Leao, nonostante i suoi alti e bassi, è considerato comunque un giovane talento e ha molto mercato. Il Milan intende monetizzare al massimo e chiede almeno 30 milioni di euro per lasciarlo andare. Stando a calciomercato.com, le soluzioni in uscita non mancano, se si considera che il procuratore Jorge Mendes, poco meno di un mese fa, aveva preannunciato grandi richieste. Sulle tracce del giocatore ci sarebbero Marsiglia, Wolverhampton, Everton e Borussia Dortmund. Con i Toffees si è parlato di uno scambio con James Rodriguez, mai decollato sin qui. Leao però non sarebbe convinto delle destinazioni inglesi, fra le richieste pervenute riterebbe quella del BVB una elle migliori. Al momento solo sondaggi ma presto potrebbe iniziare a muoversi qualcosa di concreto attorno a Rafael Leao.

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di calciomercato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli