Raiola ricorda il caso Donnarumma: "I tifosi del Milan dovrebbero scusarsi"

Mino Raiola svela di aver provato a portare via Donnarumma dal Milan: “Non mi fidavo di quella società e avevo ragione”.
Mino Raiola svela di aver provato a portare via Donnarumma dal Milan: “Non mi fidavo di quella società e avevo ragione”.

Mino Raiola è da anni uno dei grandi protagonisti a livello mondiale del calciomercato e nel corso delle ultime stagioni spesso si è trovato a chiudere importanti accordi con il Milan.

L’ultimo in ordine di tempo riguarda il grande ritorno in rossonero di Zlatan Ibrahimovic, ma non sempre i rapporti tra il club meneghino ed il super procuratore sono stati idilliaci.

In particolare, nell’estate del 2017, si ritrovò ad essere nel mirino di molti tifosi del Milan quando sembrò che Gianluigi Donnarumma fosse ad un passo da un clamoroso trasferimento.

Raiola, parlando in una lunga intervista rilasciata a Repubblica, ha ricordato quelle polemiche e spiegato qual è la linea che lui segue con i suoi giocatori.

“Dovrebbero chiedermi scusa per Donnarumma: Mino, avevi ragione tu. Volevo portarlo via perché non mi fidavo di quel Milan, come non mi fidavo dell’Inter di Thohir, e ditemi se non avevo ragione. Sarò poco romantico e politicamente scorretto, ma il mio scopo è massimizzare la carriera dei miei giocatori. Mi chiedo sempre: “cosa farei se fosse mio figlio?” I soldi sono solo l’ultimo step".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...