Ramsey duro: 'I due anni alla Juve sono stati frustranti'

·1 minuto per la lettura

Aaron Ramsey, centrocampista della Juventus, si è raccontato a FourFourTwo: "Sono stati due anni piuttosto frustranti per me, mi sono fatto tanti piccoli infortuni e non sono riuscito a tornare in piena forma. È stato un periodo strano in generale: arrivare alla Juventus con un infortunio, cercando di riprendere la condizione, poi la pandemia e bisogna ricominciare da capo. È stato difficile ottenere una certa costanza, e questo ha avuto conseguenze per me non solo nella Juve, ma anche per la nazionale gallese".

GALLES - "Sono molto orgoglioso di giocare per il Galles e voglio giocare per loro il più possibile, ma negli ultimi anni sono stato un po' limitato dagli infortuni. L’obiettivo è tornare in una forma decente e mostrare di nuovo ciò di cui sono capace. Mi sento ancora come se avessi molti anni davanti a me, si tratta solo di riportare il mio corpo in una condizione normale. Sono fiducioso di poterlo fare. È stato fantastico far parte di quel match in cui dovevamo battere l’Azerbaigian e l’abbiamo fatto, poi siamo andati all’ultima partita e abbiamo vinto".

EUROPEI - "Rispetto alla semifinale di Euro 2016, che nessuno si sarebbe mai immaginato, adesso abbiamo una squadra più giovane. È un po' un'incognita, però abbiamo dimostrato che quando giochiamo bene di gruppo possiamo mettere in difficoltà chiunque".