"Razzista e omofobo", l'accusa del Valencia nei confronti di Gennaro Gattuso

gennaro gattuso
gennaro gattuso

Gennaro Gattuso è vicino a diventare il nuovo allenatore del Valencia, ma la stampa spagnola non ci sta: “Non meritiamo un allenatore omofobo, razzista e sessista”. La replica del tecnico calabrese: “Io omofobo e razzista? Ma non scherziamo!”.

Valencia, Gattuso nella bufera: “Non vogliamo allenatore omofobo e razzista”

“Omofobo, razzista e sessista“: queste sono le insinuazioni fatte dalla stampa spagnola nei confronti di Gennaro Gattuso, prossimo a diventare il nuovo tecnico del Valencia.

Per Super Deporte, principale quotidiano valenciano, infatti, l’ex allenatore del Napoli avrebbe la colpa di essere stato scelto da Jorge Mendes, il super procuratore che ha grandi poteri decisionali soprattutto a livello di mercato all’interno della società, grazie alla sua amicizia con il proprietario.

In aggiunta a questo fatto, a gettare benzina sul fuoco ci pensa l’ex vicepresidente del club Miguel Ozorio, ora portavoce dell’associazione di tifosi “Marea Valencianista” che in un comunicato ribadisce il suo sdegno per la scelta del nuovo allenatore, riportando alla luce le vecchie accuse avanzate dai tifosi del Tottenham la scorsa stagione: “I tifosi del Valencia non meritano un allenatore razzista, omofobo, maschilista e sessista“.

La risposta di Rino : “Ora basta”

Non si è fatta di certo attendere la replica del tecnico calabrese: “Mi sono stufato, sono solo leoni da tastiera. Io razzista e omofobo? Ma siamo impazziti? La mia storia parla per me. È ora di darsi una calmata. Razzista io? E allora perché avrei fatto acquistare, quand’ero al Napoli, Bakayoko? Mai avuto nulla contro i giocatori di colore, molti dei quali sono stati miei compagni di squadra e amici. La frase sulle donne nel calcio era una difesa dell’operato di Galliani, allontanato all’epoca in malo modo dalla gestione di Barbara Berlusconi. La mia carriera l’ho costruita con la fatica, l’impegno, il sudore. Nessuno mi ha regalato nulla. E non permetterò più che qualcuno, con accuse terribili, ostacoli il mio lavoro“.

Proprio il citato Bakayoko ha voluto mostrare tutta la sua solidarietà e vicinanza al vecchio tecnico partenopeo, con una storia su instagram: “This guy is racist? Really…peple go crazy.. Forza Mister (Quest’uomo sarebbe razzista? Davvero, la gente è impazzita. Forza mister).

Qui sotto potete recuperare la Storia di Bakayoko.

Instagram-Stories-Bakayoko
Instagram-Stories-Bakayoko
Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli