Real Madrid, Benzema condannato al carcere per il caso "Sextape"

Karim Benzema (Photo by Quality Sport Images/Getty Images)
Karim Benzema (Photo by Quality Sport Images/Getty Images)

Karim Benzema è stato condannato al carcere. L'attaccante francese del Real Madrid è stato dichiarato colpevole di complicità nel tentativo di ricattare il suo ex compagno di squadra Mathieu Valbuena con un video a sfondo sessuale.

Per il giocatore un anno di reclusione con sospensione della pena, che dovrà scontare in caso di recidiva, e 75mila euro di multa.

La Corte di Versailles ha ritenuto che la conversazione che Benzema ha avuto con Valbuena nel 2015, in cui ha cercato di convincerlo a entrare in contatto con i ricattatori, costituisce un intervento "deliberato" affinché l'allora calciatore del Lione pagasse per impedire la trasmissione del video.

L'avvocato di Benzema ha annunciato che farà ricorso contro la sentenza. "La corte ha chiaramente indicato che Benzema non era a conoscenza delle manovre preliminari. Siamo piuttosto sbalorditi da questa sentenza. Il ricorso è necessario", ha assicurato il legale.

GUARDA ANCHE - Bnezema a processo per il ricatto a Valbuena

Contro gli altri quattro imputati il tribunale ha emesso condanne che vanno da 18 mesi di reclusione, con sospensione della pena, a due anni e mezzo.