Real Madrid, retroscena Ancelotti: “Rapporto con Perez cambiato a causa di Bale”

Carlo Ancelotti svela i motivi del suo addio al Real Madrid: "L'agente di Bale si era lamentato con Florentino Perez, ma io non potevo cambiare":

Sulla panchina del Real Madrid Carlo Ancelotti è arrivato nuovamente sul tetto d'Europa: non abbastanza per il presidente Florentino Perez, che ha poi deciso di allontanarlo. L'allenatore italiano, attualmente alla guida del Bayern Monaco, racconta però un curioso retroscena.

Tramite il suo nuovo libro 'Quiet Leadership', Ancelotti svela una delle cause del suo addio alle Merengues: "Il direttore generale mi disse che il presidente voleva parlarmi. Quando sono andato nel suo ufficio mi disse che l'agente di Bale lo aveva chiamato. Lo avevo sostituito il 4 gennaio, l'agente si lamentava del fatto che Gareth voleva giocare più al centro. Ma la mia risposta è stata negativa, non potevo cambiare sistema di gioco a metà stagione. Da allora il rapporto con il presidente non è stato più lo stesso".

Quella sostituzione del 4 gennaio 2015 nella sconfitta al Mestalla contro il Valencia per 2-1 ha di fatto deteriorato i rapporti tra Florentino Perez e Carlo Ancelotti: Bale è stato richiamato in panchina al 71' dopo aver fallito una chiara occasione da rete.


Alcune statistiche UEFA hanno poi portato alla decisione finale: "Evidenziarono che la squadra aveva poche ore di allenamento, ma avevamo vinto 22 partite di fila. Alla fine quelle statistiche furono il segnale che il Real Madrid ha avuto più fiducia nei numeri che nel mio lavoro".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità