Rebus futuro alla Roma: dai due capitani a Spalletti, Emery resta in pole

Tensione in tv tra Spalletti e Panucci per il cambio di Dzeko, l'ex accusa: "Forzatura poco corretta". Il tecnico risponde: "Tu limitato".

L'eliminazione dalla Coppa Italia è l'ultima amarezza di una stagione che potrebbe chiudersi senza titoli per la Roma. Una condizione che porterebbe, stando a quanto detto dal diretto interessato, all'addio di Luciano Spalletti.

Il futuro del tecnico toscano sembra già segnato, salvo improbabili cambi di rotta con l'ipotesi di una clamorosa rimonta sulla Juventus: Monchi e Baldini starebbero già lavorando sulla Roma del futuro sondando nuovi nomi per la panchina.

Unai Emery resta la prima scelta per la successione: potrebbe essere anche lo stesso PSG a lasciar andare l'ex Siviglia se non dovesse arrivare il trionfo in Ligue 1. Perde quota Pochettino, mentre restano vive le piste che portano a Montella, Gasperini e Mancini.

Da gestire poi anche le due spinose questioni dei capitani: Francesco Totti e Daniele De Rossi sono in scadenza di contratto e la proprietà americana potrebbe decidere di non puntare più sulle due bandiere giallorosse.


Nel frattempo a Londra è andato in scena un summit tra la dirigenza della Roma e Kaytleen Colligan, direttore dello sviluppo del business. Servono nuove entrate anche sul fronte sponsorizzazione, ma l'ipotesi più probabile è quella della cessione di uno tra Manolas, Rudiger, Nainggolan e Strootman, con il primo favorito per l'addio. Un futuro totalmente da scrivere su più fronti per la Lupa.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità