Rebus panchina alla Roma: Emery prima scelta, Mancini l'unico libero

L'Inter attuale fa felice anche Mancini, che sente ci sia anche un po' di sé nella squadra di Spalletti. E sulla nazionale: "Io CT? Sarebbe un onore".

L'addio di Luciano Spalletti sembra ormai solo una formalità da sbrigare alla Roma dove, da settimane, si lavora già sul successore con lo spagnolo Emery in netto vantaggio.

L'attuale tecnico del PSG, che ha lavorato con Monchi a Siviglia, piace infatti sia al nuovo direttore sportivo che alla proprietà ma resta da capire se i francesi saranno disposti a lasciarlo partire dopo una sola stagione a Parigi.

Secondo quanto scrive 'Il Messaggero' la prima alternativa a Emery sarebbe un altro obiettivo quasi irraggiungibile come Maurizio Sarri, legato al Napoli fino al 2020 e con una clausola da 8 milioni di euro che la Roma difficilmente potrà esercitare.

Nella lista dei giallorossi quindi figurano anche i nomi di Montella e Gasperini, entrambi sotto contratto rispettivamente con Milan e Atalanta, ecco perchè alla fine a spuntarla potrebbe essere Roberto Mancini che dalla sua oltre alla grande esperienza internazionale ha anche il fatto di essere l'unico attualmente libero da impegni.

Il tutto mentre, secondo quanto riporta 'La Repubblica', spuntano anche i nomi di due rivelazioni della panchina come Semplici della SPAL e l'ex juventino Massimo Carrera che sta per vincere il campionato russo alla guida dello Spartak Mosca. Due profili però forse ancora troppo 'fragili' per una piazza calda come quella di Roma.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità