Regionali, cosa cambia dopo il risultato su Rousseau

Regionali, cosa cambia dopo il risultato su Rousseau
Regionali, cosa cambia dopo il risultato su Rousseau

Dopo la vittoria del “no” su Rousseau, il Movimento 5 stelle presenterà le sue liste alle regionali. Il “No” - che per come è stato espresso il quesito referendario significa sì alle liste - ha ottenuto 19.248 voti attestandosi al 70,6%; il sì, invece, si è fermato a 8.025 preferenze rappresentando il 29,4% degli aventi diritto al voto.

Al "referendum" sul voto alle regionali in Emilia Romagna e Calabria sono state "espresse 27.273 preferenze su un totale di 125.018 aventi diritto al voto", un dato che rappresenta meno del 22 per cento del totale dei possibili votanti.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

VIDEO - 5 domande sulla piattaforma Rousseau

Luigi Di Maio fuori da M5s? Spunta il nuovo nome per la reggenza

Per la prima volta, dopo il voto, si fa largo l’ipotesi di una sfiducia al capo politico di M5s. Da regolamento, come riporta Il Fatto Quotidiano, al posto di Di Maio potrebbe andare a “un leader forte, riconosciuto dalla base, come Paola Taverna o Alessandro Di Battista, che però è pronto a ripartire per l’Iran”. Quindi, il nome che si fa strada in queste ore è quello di Paola Taverna.

Il commento di Luigi Di Maio

Il leader del M5s Luigi Di Maio ha commentato su Facebook: “Dobbiamo essere tutti felici del risultato della votazione di oggi. In Emilia Romagna e in Calabria ci presenteremo e i parlamentari e i consiglieri regionali mi hanno chiesto di correre da soli".

"La prossima settimana individueremo i candidati presidenti", ha aggiunto. “Era necessario fare questo voto perché in tanti, anche persone che hanno fatto la storia del MoVimento, mi hanno espresso i loro dubbi sulla partecipazione al voto in questo momento storico e c'erano tanti strani retroscena sui giornali. Per questo abbiamo deciso, anche con Beppe, di lasciare questa decisione a tutti gli iscritti, che ci hanno dato un mandato chiaro e fortissimo: dobbiamo partecipare alle elezioni regionali con tutte le nostre forze. Ed è quello che faremo".

"Questa votazione ci lancia a testa bassa in una campagna elettorale dove i nostri iscritti, parlamentari e consiglieri regionali sono tutti d'accordo che dobbiamo correre da soli”, ha dichiarato Di Maio. “Il Movimento 5 stelle è la terza via, un'alternativa alla destra e alla sinistra". "In Calabria c'è già un candidato civico che sosterremo", ha concluso.

VIDEO - Chi è Luigi Di Maio?

La risposta di Conte

Ai cronisti che gli hanno chiesto se il voto sulla piattaforma Rousseau della base M5s possa avere ripercussioni sul governo, il premier Giuseppe Conte ha risposto: "Assolutamente no".

La reazione di Salvini

Il leader della Lega Matteo Salvini ha valutato così la risposta del quesito su Rousseau: "I militanti 5Stelle hanno sfiduciato Di Maio e Grillo, e con loro il governo contro natura col PD. Le porte della Lega sono aperte a chi vuole davvero il cambiamento".



Potrebbe interessarti anche...