Regno Unito, il Governo stanzia 50 milioni di sterline per i campi di periferia

·1 minuto per la lettura

Con un comunicato stampa, il Governo Britannico ha confermato un investimento da 50 milioni di sterline per migliorare le condizioni dei campi utilizzati nel calcio amatoriale e dilettantistico. L'obiettivo, si legge sulla nota, è quello di dar seguito all'entusiasmo che Euro 2020 e Women's Euro 2020 hanno suscitato in tutti i ragazzi che ora vogliono dedicarsi a questo sport.

Il finanziamento partirà solo nel 2022 e vedrà per protagoniste le periferie più degradate del Regno Unito. Secondo Sport England, il 40% delle squadre di calcio amatoriali situate in Inghilterra si trova nel 20% delle comunità più svantaggiate; per far crescere l'intero movimento del football è bene allora che tutti possano accedere a strutture e impianti di qualità.

A questo proposito, il Governo Britannico, affiancato dalla Football Association e dalla Premier League, si impegnerà a costruire 185 nuovi campi artificiali con erba sintetica di 3ª generazione, a migliorare 5.000 campi già esistenti e nel creare 9 siti "hub" con più campi.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.
Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli