Renée Zellweger svela: "Ero andata in depressione"

Yahoo Notizie
Renée Zellweger agli Oscar 2019. (Photo by John Shearer/Getty Images)
Renée Zellweger agli Oscar 2019. (Photo by John Shearer/Getty Images)

Renée Zellweger ha ammesso di aver sofferto di depressione e di aver deciso di prendersi una pausa da Hollywood nove anni fa. L'attrice, 50 anni, era infatti scomparsa dalle scene per ben 6 anni, a partire dal 2010.

In un'intervista alla rivista Red Magazine, l'interprete della serie tv Netflix "What/If" ha dichiarato: "Ho ricevuto cattivi consigli. Ho fatto delle scelte sbagliate... Ero in un momento buio e triste. Ma non la vedo come una vita perduta, perché ho imparato molto - ed era quello di cui avevo bisogno, credo. Ho imparato molto sulla prospettiva. A riconoscere diversi pattern nel mio comportamento. A capire diverse conseguenze. E sono semplicemente grata. Grata di aver imparato e di fare qualcosa di diverso.”

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

La Zellweger, premio Oscar per "Ritorno a Cold Mountain", ha proseguito: "Sono stata via per un po' e in tutta onestà era perché non mi stavo prendendo cura di me stessa. Sentivo che non mi stavo prendendo cura di me stessa. Ed ero così stanca di essere me stessa. Ero arrivata al punto in cui sentivo di stare seduta accanto a me stessa durante le riprese, mi guardavo e alzavo gli occhi. E mi dicevo "Oh, sta' zitta" e "Oh, eccoti... mentre fai ancora quella cosa che fai sempre. E così ho deciso di andarmene. Diventare più interessante! Fare qualcos'altro."

Renée Zellweger il 17 maggio 2019 a West Hollywood, California. (Photo by Vera Anderson/WireImage)
Renée Zellweger il 17 maggio 2019 a West Hollywood, California. (Photo by Vera Anderson/WireImage)

Parlando del suo rapporto con il suo personaggio più iconico, Bridget Jones, ha dichiarato: "Non credo che Bridget se ne vada mai. È sempre lì, soprattutto se ho un evento in diretta televisiva o sul red carpet. E la amo - mi fa ridere. È sempre una gioia."

Parlando della potenzialità di un quarto film di Bridget Jones, l'attrice ha detto: "Beh, se è quello che Helen (Fielding, l'autrice) vuole, suona divertente."

Il prossimo mese uscirà il suo nuovo lavoro, il biopic "Judy", film biografico che racconterà la vita di Judy Garland. "È stato come un progetto di ricerca costante per me. C'erano un sacco di cose che non sapevo sul percorso di Judy, quindi a parte l'allenamento base - il guardare come si muoveva, il cantare le canzoni - c'era molto da leggere. Molte scoperte."

Renée Zellweger in "Judy".
Renée Zellweger in "Judy".

Tra le scoperte anche il lato oscuro della vita della Garland: "Non sapevo che le davano farmaci da quando era pre-adolescente. Che ogni giorno c'erano pillole: pillole per mantenere il peso basso, pillole per temperare il suo sviluppo, pillole per svegliarla, pillole per andare a dormire. Non sapevo che erano quelle medicine che probabilmente l'avevano portata alla dipendenza. E questo è stato una scoperta."

Potrebbe interessarti anche...