Sarri dopo il ko in Supercoppa: "Bisogna pensare da Juve"

Sarri analizza la sconfitta con la Lazio e racconta un aneddoto con protagonisti lui e Allegri: "Un amico mi disse: se siete allenatori voi...".
Sarri analizza la sconfitta con la Lazio e racconta un aneddoto con protagonisti lui e Allegri: "Un amico mi disse: se siete allenatori voi...".

Maurizio Sarri come probabilmente non lo si è mai visto. Il tecnico della Juventus , ospite di lusso alla festa per i 100 anni del Figline Valdarno - squadra del paese in cui è cresciuto dopo essere nato a Napoli - si lascia andare a battute e aneddoti succosi.

Come quello - riportato da 'Ilbianconero.com' - che lo vide protagonista con Massimiliano Allegri quando entrambi muovevano i primi passi in panchina, rigorosamente in terra toscana.

"Ricordo una volta Sangiovannese-Aglianese... allenatore Aglianese era Massimiliano Allegri, allenatore Sangiovannese io. Finì 0-0, zero tiri in porta. Un mio amico mi disse: 'Se siete due allenatori voi...' ".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Ma non solo, perchè Sarri svela anche retroscena legati alla propria sfera privata.

"A che età ho iniziato a fumare? Fino a quando giocavo, fumavo la domenica sera durante le partite. Durante la settimana pochissimo, quasi mai".

"Lo spirito è sempre quello, uno crede che le emozioni derivino dalla mediaticità dell’evento ma l’evento ce l’hai dentro. Le emozioni che ho provato a fare Sangiovannese-Montevarchi le ho provate poche volte da allenatore, neanche in finali internazionali".

Poi, un episodio avvenuto nei primi mesi alla Juve.

"Un mese fa mi hanno chiamato a Nyon per una riunione con i migliori allenatori al mondo e io ho detto al segretario della Juve ho detto: ‘Ma hanno chiamato me? Sei sicuro?’".

A 'Sky', infine, a margine dell'evento Sarri è tornato sul ko in Supercoppa.

"Siamo arrivati con poche energie e l'abbiamo pagato. La Lazio è in condizione psicofisica straordinaria. Bisogna pensare da Juve e pensare che dipende solo da noi".

Potrebbe interessarti anche...