Ricatto a Valbuena: l'ex Lazio Cissè finisce nel registro degli indagati

Djibril Cissè è indagato per il ricatto subìto da Mathieu Valbuena a causa di un video a luci rosse: coinvolto nello stesso caso anche Karim Benzema.

Poco più di un anno fa fece molto scalpore in Francia la vicenda relativa ad un video a luci rosse in cui compare Mathieu Valbuena, centrocampista del Lione, e la sua compagna: allora a finire nella bufera fu il compagno di Nazionale Karim Benzema, accusato di aver ricattato il connazionale.

Allora a finire nel mirino degli inquirenti fu anche l'ex attaccante della Lazio, Djibril Cissè, il quale venne arrestato salvo poi essere subito rilasciato perché ritenuto essere in "buona fede".

Come riportato da 'Le Parisien', i tempi sembrano rifarsi duri per l'ex attaccante: il suo nome è finito nuovamente nel registro degli indagati e, qualora venga confermata la sua colpevolezza, rischierebbe davvero grosso.

Inoltre già lo scorso 24 febbraio Cissè è stato incriminato dal giudice istruttore di Versailles per l'accusa di complicità nell'estorsione a Valbuena.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità