Ricciardi: "A Napoli ci vorrebbe il lockdown"

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

Walter Ricciardi, consulente speciale del ministero della Salute sull'epidemia, intervistato a ‘Un giorno da pecora’ su Rai Radio1, avverte: “La fascia gialla? È una fascia comunque pericolosa. Faccio l'esempio di Napoli, che è all'interno di una regione gialla, la Campania. Io già due o tre settimane fa avevo detto che andava chiusa, l'area metropolitana di Napoli è un'area a rischio”.

“La Campania è in zona gialla perché è stata fatta una media sui dati regionali”, ma “poi bisogna vedere se sono tutti quanti confermati”. Secondo l’esperto “bisogna invece estrapolare i dati a livello provinciale”.

VIDEO - Dpcm: quali sono le regole per la zona gialla?

Ricciardi fa inoltre presente che i dati in base ai quali le diverse aree del Paese vengono inserite in una fascia di rischio piuttosto che in un'altra “arrivano dalle Regioni, quindi se le Regioni li mandano tempestivamente, completamente e adeguatamente, le decisioni vengono prese sui dati reali. Se invece per qualsiasi motivo i dati vengono forniti in ritardo oppure sottostimati, è chiaro che fanno colorare in maniera un po' diversa la regione. Generalmente, se i dati sono insufficienti, di un colore più basso”. E conclude: “Qualche governatore dice che i dati sono di dieci giorni fa, ma sono tutti peggiorati”.

VIDEO - Coronavirus, a Napoli "serrata delle luci" contro le restrizioni