Ricciardo: "Tuta all'asta per sostenere l'Australia"

Roberto Chinchero

Le drammatiche immagini che da giorni giungono dall’Australia hanno mostrato una situazione di estrema emergenza che hanno dato il via a campagne di sostegno della popolazione.

Tra i personaggi pubblici che sono scesi in campo in prima persona c’è anche Daniel Ricciardo, tornato nella sua Perth durante la pausa invernale.

In un messaggio video il pilota della Renault ha supportato una raccolta fondi per sostenere la fase più critica, mettendo all’asta anche la tuta che utilizzerà il prossimo mese di marzo nel Gran Premio d’Australia.
“La mia terra sta soffrendo a causa di tremendi incendi – ha sottolineato Ricciardo – mi metto in gioco per chiedere, a chi può, di donare qualcosa in supporto a questa emergenza, e di parlare di questa situazione anche a chi gli è vicino per sensibilizzare il maggior numero di persone".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"Non posso che essere vicino a chi è in difficoltà, quindi metterò all'asta la mia tuta che utilizzerò nella mia prossima gara di casa per questa buona causa, spero di coinvolgere più persone possibile”.

Insieme alla tuta di Daniel l’asta di cimeli sportivi batterà anche un casco donato da Jack Miller, pilota australiano del team Pramac in MotoGP.

La situazione d’emergenza al momento non sembra destinata ad impattare sul Gran Premio in programma a Melbourne il prossimo 15 marzo.

Gli organizzatori sperano che i due mesi di tempo che mancano al weekend di Albert Park possano ristabilire quella normalità che al momento non è affatto garantita.

Il casco di Daniel Ricciardo, Renault F1 Team

Il casco di Daniel Ricciardo, Renault F1 Team <span class="copyright">Renault F1</span>
Il casco di Daniel Ricciardo, Renault F1 Team Renault F1

Renault F1

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team <span class="copyright">Jerry Andre / Motorsport Images</span>
Daniel Ricciardo, Renault F1 Team Jerry Andre / Motorsport Images

Jerry Andre / Motorsport Images

Sensori sull'auto di Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19

Sensori sull'auto di Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19 <span class="copyright">Mark Sutton / Motorsport Images</span>
Sensori sull'auto di Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19 Mark Sutton / Motorsport Images

Mark Sutton / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19 <span class="copyright">Mark Sutton / Motorsport Images</span>
Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.19 Mark Sutton / Motorsport Images

Mark Sutton / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team

Daniel Ricciardo, Renault F1 Team <span class="copyright">Zak Mauger / Motorsport Images</span>
Daniel Ricciardo, Renault F1 Team Zak Mauger / Motorsport Images

Zak Mauger / Motorsport Images

Una veduta aerea del circuito e della città

Una veduta aerea del circuito e della città <span class="copyright">Sam Bloxham / Motorsport Images</span>
Una veduta aerea del circuito e della città Sam Bloxham / Motorsport Images

Sam Bloxham / Motorsport Images

Una veduta aerea del circuito di Melbourne

Una veduta aerea del circuito di Melbourne <span class="copyright">Sam Bloxham / Motorsport Images</span>
Una veduta aerea del circuito di Melbourne Sam Bloxham / Motorsport Images

Sam Bloxham / Motorsport Images

Potrebbe interessarti anche...