Ricorso respinto dal Consiglio Federale: il Chievo è escluso dalla Serie B

·1 minuto per la lettura

Il Chievo è stato escluso dalla Serie B 2021/22. Il Consiglio Federale ha respinto il ricorso presentato dal club gialloblù per la segnalazione della Covisoc in merito a problemi con l'Agenzia delle Entrate. La società del presidente Luca Campedelli tenterà il tutto per tutto davanti al Collegio di Garanzia del CONI, ultimo passaggio prima della sentenza definitiva. Al posto del Chievo potrebbe essere ripescato il Cosenza, che dovrà tuttavia disporre della documentazione necessaria entro il 19 luglio. Caos anche in Serie C: escluse dal campionato Casertana, Novara, Carpi, Paganese e Sambenedettese.

Chievo | Maurizio Lagana/Getty Images
Chievo | Maurizio Lagana/Getty Images

Questo il commento di Mauro Balata, presidente della Lega Serie B, ai microfoni dell'Ansa: "Io sono un garantista, com'è noto. Il Chievo è una società che ha una storia importante, ora vediamo cosa sosterranno nel terzo grado di giudizio. Immagino che faranno ricorso, ma ho la sensazione che ci sia un problema generale: l'ordinamento giuridico e l'ordinamento statuale. Quest'ultimo è stato integrato più volte da una serie di norme emergenziali anche in materia tributaria. Ora ci sarà un organo terzo che giudicherà. Documentazione incompleta? Credo che, da un lato, ci fosse l'esigenza di avere dei riscontri documentali su un diritto di procedere al pagamento con determinate agevolazioni e dall'altro lato ci sia un termine perentorio che è quello del 28 giugno e non si riusciva a ottenerle con questa tempistica".​

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di calciomercato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli