Riduzione del monte ingaggi e linea verde: da Dimarco a Thiago Almada, il piano dell'Inter

Stefano Bertocchi
·1 minuto per la lettura

Steven Zhang è a Milano, non solo per assistere al rush finale dell'Inter verso il tricolore. Oggi La Gazzetta dello Sport prova ad analizzare le possibili strategie del futuro: si punterà ad abbassare il monte ingaggi, con l'uscita di qualche giocatore avanti con l'età e non ritenuto indispensabile per il progetto. In questo senso si fanno i nomi di Kolarov, Young, Nainggolan e Vecino, con un occhio rivolto anche a Vidal e Sanchez.

Federico Dimarco | Alessandro Sabattini/Getty Images
Federico Dimarco | Alessandro Sabattini/Getty Images

In entrata sarà un mercato a basso costo e con promozione della linea verde. Per quanto riguarda la fascia sinistra piacciono sempre Emerson, Alonso e Kostic, ma secondo la rosea si deve fare attenzione anche alla candidatura di Dimarco, che rientrerebbe perfettamente nei parametri a livello di costi e prospettive. Un altro giovane che potrebbe tornare alla base può essere Vanheusden, ma si pensa anche al ritorno di Pirola e Agoume.

Zhang | LARS BARON/Getty Images
Zhang | LARS BARON/Getty Images

Il nome nuovo è invece quello di Thiago Almada, giovane stella del Velez con un contratto in scadenza nel 2023 che potrebbe aiutare a strappare un prezzo abbordabile, "ma difficilmente si andrà sotto i 20 milioni". Il classe 2001 argentino può essere il colpo giusto in prospettiva.

Segui 90min su Instagram.