Riecco Moggi: "Porto il Partizani in Champions. Radiato? Non sono dirigente"

Luciano Moggi festeggia gli 80 anni da radiato a vita dal mondo del calcio: "Una tristezza, telefonavo perché si poteva fare e lo facevano tutti".

Alla soglia degli 80 anni, riecco Luciano Moggi. L'ex dg della Juventus riparte dall'Albania, dove col Partizani Tirana pensa in grande. E trova anche modo di rispondere a chi gli ricorda di essere stato radiato.

Stando a quanto affermato a 'Libero', le ambizioni di certo non mancano: "L'obiettivo è centrare l’accesso alle coppe europee, magari anche la Champions, ovviamente passando per i preliminari. Mi auguro per loro che sia fattibile".

Moggi è uscito dal giro dopo lo scandalo Calciopoli: "Intanto qui si tratta della Federcalcio albanese e non della Figc e poi non faccio mica il dirigente, non sono tesserato e non voglio tesserarmi per nessuno. Sarò consulente per le attività imprenditoriali del presidente Gaz Demi, che ha vari interessi, non solo nel pallone. Lo aiuto volentieri. Sono 4 mesi che collaboro con lui. Fra l’altro, a quanti tirano fuori la storia della radiazione, vorrei ricordare di essere in attesa della sentenza della Corte di Strasburgo".

La crescita del Partizani passa anche per la creazione del nuovo centro sportivo: "Ho dato qualche consiglio riprendendo come modello Vinovo, il quartier generale della Juve, e l’esperienza che abbiamo avuto con lo 'Stadium' - fa sapere l'ex bianconero - L’impianto all’avanguardia teatro degli ultimi anni di successi della Signora è stato disegnato e concepito su input della tanto vituperata Triade". Moggi è tornato.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità