Rigore sbagliato e fischi del Franchi: Bernardeschi consolato da Astori

Federico Bernardeschi volta pagina: "Grazie Fiorentina per avermi cresciuto, non vedo l'ora di cominciare questa nuova avventura".

Dopo essere costato caro al granata Iago Falque, la regola del 'rigore conteso' ha fatto un'altra vittima: Federico Bernardeschi. Il numero 10 della Fiorentina, infatti, si è reso autore di un uno-due che difficilmente dimenticherà.

Al 51' Babacar si vede assegnare un penalty per trattenuta di D'Ambrosio. L'attaccante si fionda sul dischetto dove, però, trova già pronto per calciare Berna che, nel frattempo, si era fatto passare la sfera dal raccattapalle. Inevitabile il siparietto tra i due, che vede uscire vincente proprio il trequartista.

Decisione che si rivelerà poco saggia. Bernardeschi, infatti, non solo sbaglia il calcio di rigore, ma si macchia di un'esecuzine inguardabile. Un cucchiaio mal riuscito che Handanovic non ha problemi nel neutralizzare.

L'errore dagli 11 metri pesa come un macigno sul giocatore che, 6' dopo, viene richiamato in panchina da Sousa. E lì arriva la seconda mazzata. Il pubblico del Franchi accompagna la sua uscita dal rettangolo di gioco a suon di fischi sonori, tanto da costringerlo ad alzare la mano in segno di scusa.

A 'perdonare' Bernardeschi ci hanno pensato, però, i compagni di squadra con Astori che, a mò di esultanza, è corso in direzione della panchina proprio per abbracciare Bernardeschi.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità