Rinnovi di contratto e riscatti dei giocatori in prestito: le grane che il Milan deve risolvere al più presto

Niccolò Mariotto
·2 minuto per la lettura

Dal rinnovo di contratto dei giocatori in scadenza il prossimo 30 giugno agli eventuali riscatti dei vari prestiti: andiamo a scoprire quali sono le grane che il Milan deve risolvere nel più breve tempo possibile.

1. I contratti in scadenza nel 2021

Hakan Calhanoglu | Alessandro Sabattini/Getty Images
Hakan Calhanoglu | Alessandro Sabattini/Getty Images

La grana più importante ed imminente da risolvere è quella relativa ai rinnovi di contratto di Donnarumma, Ibrahimovic e Calhanoglu: i tre giocatori hanno il contratto in scadenza il prossimo giugno ed urge il rinnovo al più presto. Se per Ibra tutto lascia comunque presagire che alla fine lo svedese resterà per un altro anno, diverso invece è il discorso per Donnarumma e Calhanoglu: le trattative per il rinnovo del portiere e del fantasista vanno avanti ormai da mesi ma non sono ancora andare in porto, la possibilità di vederli partire a parametro zero si fa man mano sempre più concreta.

2. I contratti in scadenza nel 2022

Franck Kessié | Emilio Andreoli/Getty Images
Franck Kessié | Emilio Andreoli/Getty Images

Un po' meno urgente ma comunque importante è il discorso legato ai rinnovi di contratto di Kessié, Calabria, Kjaer e Romagnoli i cui accordi scadranno nel 2022. Se per i primi tre il rinnovo dovrebbe essere una formalità o quasi, per quanto riguarda capitan Romagnoli la situazione è ben diversa: il centrale romano è uno dei punti fermi del Milan ma il suo agente Raiola spinge per un rinnovo a cifre ben più alte di quelle proposte dai rossoneri. Alla luce di questo il Diavolo deve accettare le richieste dell'agente italo-olandese o mettere eventualmente il giocatore sul mercato?

3. I riscatti dei giocatori in prestito

Fikayo Tomori | Jonathan Moscrop/Getty Images
Fikayo Tomori | Jonathan Moscrop/Getty Images

Da Tomori a Meité passando per Dalot e Diaz, il Milan entro fine stagione dovrà prendere una decisione in merito al futuro di questi quattro giocatori che attualmente sono in prestito ai rossoneri. Se per Tomori e Meité è già stato fissato il prezzo per l'eventuale riscatto (rispettivamente di 28 ed 8 milioni di euro), per quanto riguarda Dalot e Diaz i rossoneri non hanno alcun diritto di riscatto da Manchester United e Real Madrid: se vorranno riscattare i due giocatori dovranno sedersi al tavolo delle trattative con i Red Devils e i Blancos.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A.