Rinnovo Insigne, De Laurentiis negli spogliatoi prima di Napoli-Juventus

De Laurentiis, a ridosso del riscaldamento che ha preceduto Napoli-Juventus, è sceso nello spogliatoio azzurro per parlare di rinnovo con Insigne.

Il momento giusto per parlare di contratti? Quello che precede un riscaldamento. L'avrà pensata così Aurelio De Laurentiis, sceso nello spogliatoio del Napoli a ridosso del fischio d'inizio della sfida con la Juventus.

Il retroscena viene svelato da 'Il Mattino', il motivo riguarda il rinnovo di Lorenzo Insigne ancora in alto mare. Ed allora eccola la mossa del patron, recatosi nello stanzone del 'San Paolo' destinato alla squadra di Sarri per fare due chiacchiere col talento di Frattamaggiore.

Un dialogo pubblico, avvenuto davanti a staff e compagni ed interrotto dalla necessità di scendere in campo per il riscaldamento pre-match, nel quale il presidente dei partenopei avrebbe chiesto ad Insigne di muovere passi in avanti sul prolungamento. Di tutta risposta, l'attaccante avrebbe ricordato che lui e il suo entourage attendono solo una chiamata e che le richieste sono chiare da tempo.

Il numero 24 e chi ne cura gli interessi (l'ultimo contatto con Chiavelli risale a metà marzo) chiedono che l'ingaggio passi dagli 1,8 attuali a 3,5 milioni di euro riducendo le pretese di qualche mese fa, chiedendo al Napoli di lasciare i diritti d'immagine al calciatore. Ed è proprio questo, manco a dirlo, l'intoppo che frena la fumata bianca.

Il club fa muro, confermando un proprio caposaldo gestionale: i diritti dei giocatori devono essere detenuti dalla società. Insigne non avrebbe gradito l'uscita pubblica di De Laurentiis, attendendosi una convocazione privata per discutere del delicato aspetto: il rinnovo resta 'congelato'.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità