Roger Federer lascia il tennis: "Mi ritiro"

(Adnkronos) - Roger Federer, 41 anni, annuncia il ritiro. "Ho 41 anni, ho giocato oltre 1500 match in 24 anni. Il tennis mi ha trattato con più generosità di quanto avrei mai potuto immaginare. Bisogna capire quando arriva il momento di mettere fine alla mia carriera nelle competizioni. La Laver Cup in programma la prossima settimana a Londra sarà il mio ultimo torneo Atp. Giocherò ancora a tennis in futuro, ovviamente, ma non nei tornei del Grande Slam o nel tour", dice lo svizzero in un messaggio affidato ai social e indirizzato ad "amici, avversari, tifosi".

Federer lascia dopo aver segnato un'epoca nel tennis mondiale. Il fuoriclasse di Basilea ha conquistato 20 titoli nello Slam, con il record di 8 trionfi a Wimbledon a cui vanno aggiunti 6 Australian Open, 5 US Open e 1 Roland Garros. In bacheca, in totale, 103 titoli vinti nel Tour. Come 'bonus', la Coppa Davis vinta nel 2014.

"Come molti di voi sanno, gli ultimi 3 anni mi hanno messo davanti ad una serie di ostacoli rappresentati da infortuni e operazioni. Ho lavorato sodo per tornare in piena forma ma conosco anche le potenzialità e i limiti del mio fisico: il messaggio è stato chiaro". Dopo la prima operazione al ginocchio nel 2016, il rosscrociato è tornato in campo nel 2017 riproponendosi ad altissimi livelli. Nel 2020, altri due interventi a cui seguirà una nuova operazione nel 2021.

"E' una decisione dolce e amara, perché mi mancherà tutto ciò che il tour mi ha dato. Allo stesso tempo, c'è tanto da festeggiare. Mi considero una delle persone più fortunate sulla Terra. Ho ricevuto un talento speciale per giocare a tennis, l'ho fatto ad un livello superiore a qualsiasi aspettativa e per un periodo molto più lungo di quanto potessi mai immaginare", prosegue King Roger.

Un pensiero speciale per la moglie Mirka e per i 4 figli: "Vedere la mia famiglia fare il tifo per me in tribuna è una sensazione che porterò con me per sempre". Agli avversari va un "grazie" speciale: "Sono stato così fortunato da giocare tanti match epici che non dimenticherò mai. Ci siamo battuti con correttezza, passione e intensità. Ho sempre cercato di onorare la storia di questo sport, sono estremamente grato: ci siamo spinti avanti a vicenda e insieme abbiamo portato il tennis ad un livello superiore". Quindi, si rivolge "agli incredibili tifosi": "Non saprete mai quanta forza e quanta fiducia mi avete dato. Senza di voi, le vittorie sarebbero stati vuoti e non pieni di gioia ed energia". Le ultime parole sono per il tennis: "Ti amo, non ti lascerò mai".