Roma-Cagliari, parapiglia a fine gara: Fonseca infuriato ed espulso

La Roma farà ricorso per ridurre le giornate di squalifica di Fonseca da due a una: il portoghese ha ammesso la colpa e c'è il precedente Mazzarri.
La Roma farà ricorso per ridurre le giornate di squalifica di Fonseca da due a una: il portoghese ha ammesso la colpa e c'è il precedente Mazzarri.

La Roma pareggia contro il Cagliari per uno a uno, ma è una partita ricca di polemiche e dubbi. Al fischio finale della gara, in particolare, è scattato un parapiglia tra i giocatori giallorossi, Paulo Fonseca e tutta la panchina nei confronti dell'arbitro Massa.

Ma andiamo con ordine. Durante la partita la Roma aveva protestato già dopo il rigore concesso al Cagliari con l'aiuto del VAR. Poi nel finale l'arbitro Massa non ha convalidato un goal di Nikola Kalinic, a segno dopo una spinta nei confronti di Pisacane (che poi ha sbattuto contro Olsen, facendosi male).

Dopo il triplice fischio, le reazioni più eclatanti sono state quelle di Paulo Fonseca, espulso dopo un duro faccia a faccia con l'arbitro, e quella del preparatore atletico Nuno Romano (espulso anche lui), che ha applaudito Massa per molti secondi.

In generale, però, tutti i giocatori della Roma erano infuriati con l'arbitro, cercando quantomeno spiegazioni da parte di Massa. I giallorossi chiedevano infatti quantomeno di andare a rivedere l'azione del goal al VAR.

Adesso per Fonseca e Romano potrebbero arrivare delle squalifiche pesanti da parte del Giudice Sportivo, con la Roma che potrebbe ricevere una batosta da questo punto di vista.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...