Roma, chi è Felix Afena-Gyan: il giovane attaccante che ha stregato Mou

·3 minuto per la lettura

"La mia speranza è quella di fare il primo gol in Serie A. Sono un attaccante e vorrei segnare sempre. Mi piacerebbe segnare ogni volta che gioco per aiutare la squadra". Così parlava, intervistato da Gianluca Di Marzio, il giovanissimo Felix Afena-Gyan, 18enne già recordman in campionato per essere il primo a segnare con la data di nascita 2003 La sua doppietta di ieri al Genoa ha incantato i tifosi romanisti, che avevano avuto qualche sospetto sulle qualità del fresco maggiorenne ghanese già nella trasferta contro il Cagliari il 27 ottobre, decima giornata di Serie A e debutto del cucciolo di lupo scoperto da Mourinho. "Come velocità, struttura fisica e movenze può ricordare Samuel Eto'o", dice il suo agente Oliver Arthur, sottolineando che in Ghana sono già impazziti per lui.

A Roma dal febbraio scorso, Felix ha segnato sette gol in sette partite tra Primavera e Under 18. E' nato in Ghana, a Sunyani, il 19 gennaio 2003 e oggi vive nel convitto della Roma con altri giovani. Arrivato a Trigoria dall'Eurafrica Fc, Felix Afena-Gyan si è messo subito in mostra con la Primavera di De Rossi, segnando il primo gol da titolare contro l'Atalanta dopo 10 minuti dall'ingresso in campo. Se ne accorge Mourinho, alla ricerca di un finalizzatore, come evidente trovandolo. La sua prima dedica: "a tutti i miei compagni, ma alla mia mamma soprattutto che è ancora in Ghana e alla quale dico 'ti voglio tanto bene".

"Mourinho sta facendo un incredibile lavoro con i giovani -dicono alla Roma-: lo sviluppo dei ragazzi a disposizione era e sarà parte del progetto, l’impatto del mister sta dando i risultati che sono sotto gli occhi di tutti. E l’impiego di Felix è riconducibile a una strategia della direzione sportiva: a differenza del passato la maggior parte dei nostri giovani, quelli più promettenti, sono stati tenuti a Trigoria e intorno a essi è stato sviluppato un programma che ne prevede la formazione da tutti i punti di vista (dalla preparazione atletica all’educazione alimentare). Lui è arrivato a Roma grazie a un’attività di scouting partita dalla struttura del nostro settore giovanile, il percorso immaginato per lui lo ha portato a misurarsi in prima squadra e a non essere ceduto in prestito".

E di Mourinho Felix dice: "un grande allenatore, in particolare con i giovani, un mister che ti incoraggia, che ti motiva, mi piace molto. Ti spinge e sprona a fare quello che vuole, a dare il meglio di te e a migliorare giorno dopo giorno. Credo che questo rapporto con me sia dovuto all’impegno che metto in ogni allenamento, al mio duro lavoro sul campo". Affetto ricambiato, come sembra delle parole del tecnico a Dazn dopo il match della doppietta: "gli avevo promesso delle scarpe che gli piacciono tanto e che costano tanto, 800 euro. E lui è venuto da me per ricordarmelo".

Dopo ieri, la Roma ricorda sul suo sito il domino di record che Felix ha raggiunto, definendolo "tanta roba. L’attaccante ghanese, maglia numero 64, con le segnature di stasera può vantare una serie di primati: diventa il primo giocatore nato dopo il 01-01-2003 ad aver trovato il gol nel massimo campionato italiano. È il più giovane ad aver segnato una marcatura multipla nei maggiori cinque campionati europei nel 2021/22 (18 anni, 10 mesi, 2 giorni). È il più giovane calciatore straniero nell'era dei tre punti a vittoria ad aver segnato una rete in Serie A con la maglia della Roma. È il più giovane giocatore ad aver segnato una marcatura multipla con la maglia della Roma in Serie A nell’era dei tre punti a vittoria".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli